7 Alimenti che Rovinano la Dieta

7 Alimenti che Rovinano la Dieta

In questo articolo dovrai prestare molto attenzione, dato che ti sveliamo i 7 alimenti che rovinano la tua dieta 

Oggi parliamo di una questione fondamentale quando cambiamo alimentazione. Qualcosa che, anche con tutte le buone intenzioni e con tutta la buona volontà del mondo, può madare all’aria tutti i nostri sforzi.

Si tratta di una selezione di alimenti che possono distuggere qualsiasi dieta, anche nel caso in cui si stiano facendo le cose per bene durante la maggior parte del tempo.

Se fai parte del personale sanitario, avrai sentito in diverse occasioni questa lamentela:

“…io non so perché ingrasso, non mangio niente…”

Dietro questa affermazione molto spesso sottostanno gli alimenti che rovinano la dieta e che oggi analizziamo.

Caratteristiche degli alimenti non consigliati per la dieta

Si possono identificare caratteristiche generali e comuni per tutti gli alimenti che rovinano la dieta?

Sì, è possibile.  

Questi alimenti quasi sempre condividono una serie di caratteristiche che sono proprio quelle che facilitano l’abuso o in alternativa, anche se non abbiamo la percezione dell’abuso o di consumo esagerato, impediscono o rallentano la perdita di peso.

Queste caratteristiche sono:

Hanno una bassa densità nutrizionale

Questo significa che sono alimenti poveri dal punto di vista nutrizionale.

Il contenuto di micronutrienti è basso (sai di cosa parlo, minerali, vitamine, altri oligoelementi bioattivi come gli antiossidanti). Il problema legato al consumo di alimenti poveri dal punto di vista nutrizionale è che sostiuiscono quelli con una maggior densità nutrizionale. 

A lungo termine, una dieta che non include una quantità sufficiente di vitamine e mineali può rallentare la perdita di peso.

alimenti poveri a livello nutrizionale

Cosa sono le calorie vuote?Maggiori informazioni qui.

Per esempio, il rame è essenziale per mantenere un metabolismo sano, il magnesio agisce come coenzima nell’ottenimento di energia e in molti altri processi, e lo zinco partecipa nella biosintesi del testosterone.

La situazione è la seguente: abbiamo una percentuale di popolazione con un carenza subclinica di molti di questi micronutrienti.

Cosa significa subclinica? Che non arriva a provocare una malattie, ma influisce negativamente sullo stato di salute e, in molti casi, sulla perdita di peso.

Hanno un’alta densità calorica

Alla precedente questione, si aggiunge il fatto che si tratta di alimenti che apportano moltissima energia per 100 grammi di peso.

In più, esiste un altro pericolo nascosto: la nostra biologia ha un appetito speciale per questi alimenti ipercalorici.

Energia in codice biologico significa: maggiori possibilità di sopravvivenza.

alimenti calorici

Qualcosa che senza dubbio aveva senza senso molti decenni fa, ma che al giorno d’oggi ha perso validità.  

Sono altamente palatabili

Questo vuol dire che sono iperpalatabili.

Relativamente a questa caratteristica, vuol dire che sono molto gradevoli al palato, quindi provocano piacere quando li consumiamo. I meccanismi di ricompensa cerebrale hanno il compito di dirigerci verso gli input con maggior ricompensa edonica e che comportano il minor sforzo possibile.

In questa categoria possiamo includere il sesso, il cibo o i soldi, a seconda della persona e della suscettibilità genetica.

palatabili

E questa è la base biologica delle dipendenze. 

In questo caso, parliamo di cibi altamente piacevoli che alterano i nostri sistemi di ricopensa, obbligandoci a pensare continuamente a questo tipo di alimenti e cercando una giustificazione razionale e logica per poterli mangiare.

Ti è mai successo di non riuscire ad evitare di mangiare un pezzo di torta o un dolce che sapevi che era in frigo, ma che non volevi mangiare? A me sì.

Sono alimenti poco sazianti

Un’altra caratteristica quasi invariabile di questi alimenti è che, per le loro caratteristiche organolettiche, fisiche, contenuto di fibre o macronutrienti, sono poco sazianti.

Sono di solito alimenti iperglicemizzanti, a basso contenuto di fibre e proteine, ovvero i principali elementi sazianti nella dieta.

Un indice di sazietà basso equivale più fame durante il giorno, più trasgressioni e meno probabilità di successo nella perdita di peso a lungo termine.

Andiamo al nocciolo della questione. Quali sono gli alimenti che rovinano la tua dieta?

Alcol

L’alcol merita sempre di stare in questa categoria.

Per diversi motivi. Anche se il suo contenuto calorico fosse basso, dobbiamo allontanare la popolazione dall’alcol perché è insieme al tabacco è una delle principali sostanze cancerogene della nostra società. Parlo di tumore alla bocca, laringe, vescica, epatocarcinoma e molto altro.

alcol

Al di là di questo, l’alcol rappresenta uno dei principali divertimenti

Una notte a base di cocktails, in cui ne bevi 2 o 3 e qualche birra (qualcosa di molto frequente) può distruggere il peso perso in una settimana.

Pensaci bene: passare un po’ di tempo con gli amici può rovinare il lavoro di un’intera settimana.

È vero che alcune bevande come il vino rosso o la tequila hanno meno calorie che altri (come il Whiskey o i cocktails),ma se vuoi avere successo nella perdita di peso, la miglior decisione che puoi prendere è la seguente : alcol 0.

Succhi

I succhi sono ancora considerati da molte persone come alimenti salutari.

I succhi, naturali o non naturali, apportano poco più che due cose: lo zucchero della frutta e l’acqua.

Un discorso a parte va fatto per la frutta intera, che apporta una maggior quantità di micronutrienti, composti bioattivi, fibre e volume, tutti elementi che aumentano il senso di sazietà.

Formaggio

Il formaggio non è di per sé un alimento poco sano.

Ma è problematico per molte persone. Esiste un profilo psicologico di persona che adora il formaggio. Queso

Che mangerebbe formaggio a tutte le ore…  

Se è il tuo caso, stai attento. Il formaggio, soprattutto quando unito ai farinacei (toast, panini, pizze, burritos) è un’arma letale molto palatabile che può farti arrivare a ingerire 1500 calorie senza accorgertene.

Come regola generale, se sai che mangerai formaggio, meglio se da solo o con l’insalata.

Falso cioccolato

Un altro alimento molto problematico è il “falso cioccolato”.

Quando parlo di falso cioccolato mi sto riferendo al cioccolato con meno dell’80% di cacao, che altro non è che un dolce travestito. In aggiunta a questo, e come se non bastasse, vengono di solito associati a frutta secca, uva passa, datteri e altri elementi ipercalorici.

Questo rende molto difficile mangiare “solo un pezzetto dopo pranzo” e induce con frequenza a oltrepassare il consumo stabilito.

Come regola generale, non comprare cioccolato con meno dell’85% di cacao.

Sì, è amaro. Il punto è che il vero cioccolato è amaro, quello che mangiavi prima era latte, zucchero e un po’ di cacao.

Fritti

Il metodo di frittura è quello più veloce per trasformare alimenti sani in alimenti insani.

Non solo perché si raddoppia facilmente il contenuto calorico, ma anche perché friggendo gli oli vegetali creano composti ossidanti per niente salutari.

chips

Tra questi si trova l’Acrilamide, continua a leggere...

Sì, l’olio di oliva è miglior olio per friggere, ma la cosa migliore è non friggere.

Salse e condimenti

Ketchup, maionese, salsa cesar o greca…

È un altra semplice strategia per rendere non sano qualcosa che a priori lo era, come ad esempio un’insalata.

Sostituisci questo tipo di condimenti con il condimento tradizionale (olio, aceto e sale), condimenti piccanti o con il limone, in questo modo starai eliminando di colpo molte calorie settimanali che ti aiuteranno nella perdita di peso.

“Senza zucchero”

L’auge dei prodotti senza zucchero ha portato con sé altri pericoli nelle nostre cucine.

L’etichettatura senza zucchero viene interpretata dalla maggior parte della popolazione come “più sano”, specialmente tra la popolazione diabetica o con obesità e sovrappeso.

Ma non sempre è cosi, infatti eliminando lo zucchero contenuto in un prodotto, per sopperire a questa mancanza, normalmente si aggiungono altri ingredienti che non sempre sono salutari.

Inoltre, il semplice fatto di considerarli cibi più sani ha un effetto molto curioso: la gente mangia più quantità di questo tipo di prodotto.

sugar-free

Bisogna saper differenziare tra i prodotti.

Le bevande senza zucchero sono sempre preferibili alle originali, ma i dolci senza zucchero sono sempre dolci, possiamo concederceli per sfizio “una tantum”.

Spero che questo articolo sia stato di vostro aiuto e che possiate metterlo in pratica nelle prossime settimane. Ci vediamo nel prossimo post. Continuiamo a rafforzarci! 

Fonti Bibliografiche

  1. Diet Quality and Micronutrient Intake among Long-Term Weight Loss Maintainers.
  2. Pathways and mechanisms linking dietary components to cardiometabolic disease: thinking beyond calories.

Voci Correlate

  • Sai quali sono gli effetti dell’Alcol sui Muscoli? Fai click su questo link.
  • Lo zucchero dà assuefazione Continua a leggere.
  • Ti proponiamo questi snacks sazianti e con meno di 200kcals.
Valutazione Alimenti che Rovinano la Dieta

Caratteristiche - 100%

Aspetti importanti - 100%

Enumerazione degli alimenti - 100%

Perché evitarli - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Vedi Anche
Cos’è l’Effetto Buffet?

Oggi spieghiamo in cosa consiste l’effetto buffet o detto in altre parole, perché continuiamo a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *