Capsaicina – Per la perdita di peso e come rimedio al dolore articolare

Capsaicina – Per la perdita di peso e come rimedio al dolore articolare

La capsaicina combatte l’accumulo di grasso corporeo nel corpo. Oltre a inibire la sensazione di dolore alle articolazioni. Ti spieghiamo di più su questo interessante ingrediente.

Che cos’è la capsaicina?

La capsaicina è un alcaloide naturale che si trova nel genere capsicum.

Si tratta di una specie delle piante angiosperme, dicotiledoni originarie delle regioni tropicali e subtropicali dell’America e appartenenti alla famiglia delle belladonna. La capsaicina si trova in vari tipi di peperoncini piccanti.

Il principio speziato primario dei frutti del genere capsico (come il peperoncino). Questa sostanza è un agonista del recettore TPRV1 esogeno, un recettore ionico trans-membrana che agisce sulle risposte integrate a temperatura, pH e lipidi endogeni.

Capsaicina

Il principio attivo del peperoncino, la capsaicina, può ridurre il dolore di artrite reumatoide, nervi e dolori articolari, tra gli altri…

Quando questo recettore viene attivato da agonisti endogeni o esogeni, avrà luogo l’apertura transitoria del canale TPRV1 e verrà avviata una depolarizzazione mediata dall’ingresso degli ioni del calcio e sodio che a loro volta comporteranno l’attivazione di potenziali d’azione che si diffonderanno attraverso il midollo spinale e il cervello e ci daranno le sensazioni di calore, bruciore, prurito e pizzicore sperimentate dagli utenti di questo composto.

Come agisce la capsaicina

Figura I. Effetti dell’attivazione del recettore TRPV1 sulla disfunzionalità mitocondriale e sulla sensibilità neurale

Desensibilizzazione

L’attivazione del recettore TPRV1 dopo un’esposizione prolungata o ripetuta ai suoi agonisti provoca “desensibilizzazione”. La causa è una riduzione della risposta di recettori, canali ionici e vie di segnalazione intracellulari. Questi producono effetti (ad esempio utilizzando la capsaicina) come analgesia a causa di un’alterazione della funzione nervosa sensoriale.

Effetti della capsaicina nel corpo

Figura II. Effetti dell’applicazione della capsaicina sul TPRV1 e PGP9.5 (indicatore nervoso intra-epidermico) pre-intervento, 1d post-intervento, 54d post-intervento

È considerato un alcaloide irritante ed è la sostanza che fa sentire bruciore quando si mangia uno degli alimenti citati precedentemente. Mentre ad alcune persone non piace il cibo piccante, la capsaicina può essere davvero utile nel promuovere la perdita di grasso in diversi modi.

La capsaicina e l’appetito

Aumentando l’assunzione di capsaicina puoi ridurre l’appetito, secondo uno studio del 2009 pubblicato dalla rivista Clinical Nutrition. In un esperimento con 27 volontari sani, i ricercatori hanno scoperto che consumare una combinazione di capsaicina e tè verde porta i soggetti a provare meno fame e consumare meno calorie.

Un altro studio del 2009 pubblicato nell’European Journal of Nutrition ha mostrato che la capsaicina può aiutare a ridurre la grelina (un ormone coinvolto nella sensazione di fame)

La capsaicina, il metabolismo e il grasso corporeo

Un gran numero di studi di laboratorio mostrano che la capsaicina può aiutare ad accelerare la termogenesi (un processo biologico coinvolto nel consumo di calorie) e può portare a un aumento del metabolismo temporaneo di circa un 23%

Gli studi hanno scoperto che gli integratori di capsaicina sono in grado di aumentare e mantenere ossidazione dei grassi (brucia grassi) nelle persone. Tuttavia, ciò che è più interessante è che se consumata con un pasto, la capsaicina è in grado di aumentare l’ossidazione di carboidrati, mentre a sua volta rallenta l’ossidazione lipidica per un breve periodo di tempo (fino a due ore).

Può anche aiutare a combattere l’accumulo di grasso corporeo. Nei test sui ratti nutriti con una dieta ricca di grassi, gli autori di uno studio del 2010 sul Journal of Proteome Research hanno scoperto che la capsaicina stimola alcune proteine conosciute per scomporre il grasso e inibire l’azione delle proteine coinvolte nella produzione di grasso.

Capsaicina per perdere grasso

Dosi reccomandate

La dose raccomandata per aumentare la termogenesi è 135 mg di capsaicina/giorno . Questa dose può causare un aumento significativo della perdita di peso

Supplementi con capsaicina

La cosa difficile di trovare integratori che contengono capsaicina è che la “capsaicina” spesso non appare come ingrediente. Tuttavia, può apparire il nome di pepe cayenna, peperone rosso, ecc. Da non confondere con l’estratto di pepe nero che contiene una sostanza chiamata piperina, anche se in realtà è un composto correlato non è lo stesso della capsaicina. La capsaicina è un ingrediente molto comune nei bruciagrassi. Si consiglia vivamente di scegliere un integratore contenente capsaicina ed estratto di tè verde. Ciò alimenterà ulteriormente la perdita di grasso corporeo.

Rischi della capsaicina

La capsaicina è sicura, sebbene essere un irritante naturale a dosi estremamente elevate può essere tossica. Può anche causare alcuni spiacevoli effetti collaterali nelle persone che non sono abituate come sensazione di bruciore e mal di stomaco.

Il contatto con gli occhi deve essere evitato dopo aver maneggiato una capsula contenente capsaicina. Se hai intenzione di prendere un integratore che contiene questo ingrediente, inizia con piccole quantità e aumenta la quantità man mano che ti abitui

Esistono inoltre alcune interazioni con alcuni farmaci. Si prega di consultare il proprio medico se si sta già assumendo un farmaco prima di iniziare l’uso della capsaicina.

Evitare l’uso di capsaicina in caso di gravidanza o allattamento.

Capsaicina per la gestione del dolore

La capsaicina, attraverso il suo meccanismo d’azione come agonista del recettore del TPRV1, produce una riduzione reversibile dei nervi intra-epidermici che innescano alterazioni della funzione nocicettiva, producendo un prodotto con questo composto in concentrazioni adeguate (8% come dosaggio massimo) è un potenziale strumento per il trattamento acuto del dolore nervoso indotto da danni strutturali dovuti all’allenamento.

Capsaicina e dolore

Figura III. Effetti dell’applicazione della capsaicina rispetto al gruppo di controllo sul dolore percepito stimato utilizzando la scala NPRS

Dolore articolare dovuto all’allenamento

Non è strano trovare utenti nelle sale pesi che manifestano disagi articolari, alterazioni delle strutture passive del tuo corpo e infiammazioni muscolari di vario tipo.

Questi disagi articolari, di bassa entità, che ci rendono difficile eseguire i movimenti

Dolori articolari dovuti all'allenamento

Lungi dal potenziale di innescare un vero infortunio se siamo atleti competitivi, le nostre prestazioni saranno fortemente limitate da questa condizione

Ciò è dovuto al fatto che l’allenamento con un carico esterno. Soprattutto quando è sviluppato ad alta intensità, produce un effetto organico sulle strutture muscolari, ossee, articolari, tendinee e dei legamenti, tra gli altri, e può produrre una serie di alterazioni nella sua struttura e funzionalità che finiscono per innescare una lesione in forma acuta e/o cronica.

La cosa più intelligente e consigliata è rivolgersi a un professionista specializzato. Può eseguire una valutazione in vivo, diagnosticare e trattare. Oltre a monitorare il singolo caso di ciascun soggetto al fine di garantire un recupero sicuro ed efficiente

Capsaicina e studi su umani

La letteratura scientifica sugli interventi umani è limitata. Sebbene abbiamo due meta-analisi che hanno fatto luce sulle prove sull’efficacia dell’uso della capsaicina nell’uomo per il trattamento del dolore.

Innanzitutto, Laslett & Jones (2014) ha pubblicato una revisione della letteratura disponibile fino al 2012 con un totale di 5 controlli inclusi con interventi da 4 a 12 settimane e applicazione di formulazioni di capsaicina in concentrazioni variabili tra 0,025 – 0,075%.

Capsaicina e le sue prove scientifiche

È stato osservato come il dolore stimato attraverso VAS fosse ridotto del 44% in media dopo 4 settimane di trattamento; Tuttavia, potremmo evidenziare la grande eterogeneità degli interventi inclusi nella meta-analisi, sia nelle condizioni che nei risultati.

Nonostante ciò, gli autori concludono che il trattamento con capsaicina è moderatamente efficace. riduce l’intensità del dolore nell’area di applicazione

In precedenza, un’altra meta-analisi era stata pubblicata (Mason et al. 2004), in cui erano stati inclusi 6 interventi per l’analisi del dolore muscolo-scheletrico e neuropatico e il trattamento con capsaicina.

Gli autori hanno concluso che il trattamento con capsaicina allo 0,075% ha mostrato un beneficio relativo medio di 1,4 nella gestione del dolore neuropatico rispetto al trattamento con placebo e 1,5 rispetto al placebo nel trattamento del dolore muscolo-scheletrico applicando capsaicina allo 0,025%.

Risposta al trattamento con capsaicina

Figura IV. Risposta al trattamento con capsaicina (asse Y) vs placebo (asse X). Sul trattamento del dolore neuropatico (bianco) e muscolo-scheletrico (rosso)

“L’applicazione topica di capsaicina ha un’efficacia medio-bassa nel trattamento del dolore cronico neuropatico o muscolo-scheletrico. Inoltre può essere usato come supplemento o come terapia isolata in un piccolo numero di pazienti che non rispondono o intolleranti ad altri trattamenti.” (Mason et al. 2004)

Capsaicina per il dolore articolare

Bibliografia

  1. Anand, P., & Bley, K. (2011). Topical capsaicin for pain management: therapeutic potential and mechanisms of action of the new high-concentration capsaicin 8% patch. BJA: British Journal of Anaesthesia, 107(4), 490–502. http://doi.org/10.1093/bja/aer260
  2. Laslett, L. L., & Jones, G. (2014). Capsaicin for osteoarthritis pain. Progress in Drug Research. Fortschritte Der Arzneimittelforschung. Progres Des Recherches Pharmaceutiques, 68, 277–291.
  3. Mason, L., Moore, R. A., Derry, S., Edwards, J. E., & McQuay, H. J. (2004). Systematic review of topical capsaicin for the treatment of chronic pain. BMJ : British Medical Journal, 328(7446), 991.

Voci Correlate:

  • Cosa fare se appare dolore al ginocchio?
  • Supplementi per le Articolazioni
  • Come trattare la sindrome del piramidale?
Valutazione Capsaicina

Per perdere peso - 100%

Rimedio per dolori articolari - 100%

Fonti naturali - 99%

Efficacia - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
Specialista in allenamento in fisiopatologia metabolica e in effetti biomolecolari dell’alimentazione e esercizio fisico, vi parlerá nei suoi articoli del complesso mondo della nutrizione sportiva e clinica, in modo semplice e con senso critico.
Vedi Anche
glucomannano
Glucomannano – Che cos’è e Benefici per la Salute

Il Glucomannano è il principale polisaccaride presente nel tubero di una pianta originaria dell’India e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *