Guida d’Allenamento di Basket per Posizione: Playmaker

Guida d’Allenamento di Basket per Posizione: Playmaker

Cosa definisce il ruolo di playmaker? È un giocatore che deve avere una grande resistenza aerobica e tolleranza allo sforzo anerobico. La necessità di sviluppo della forza è inferiore rispetto ad altre posizioni, questo in parte è dovuto al minor peso corporeo (Ferioli et al., 2018). Di seguito di illustriamo una guida di allenamento per Playmaker. 

fattori fisiologici playmaker basket

Ho affrontato tutte queste questioni nel dettaglio in questo articolo. Se non l’hai ancora letto ti invito a darci un’occhiata.

Come bisogna allenare un playmaker?

L’approccio che utilizziamo in questa guida di allenamento per playmaker si basa sui fattori fisici che determinano la qualità del rendimento. Naturalmente, un playmaker è un giocatore che richiede gestione tecnica, sviluppo della percezione spazio-tempo e padronanza dei principi tattici del gioco. Ma non ci occuperemo di questo nello specifico.

playmaker nba parker

Come rendere il mio playmaker più resistente a seconda delle sue necessità?

Zona% Fc. Max.
150-60%
260-70%
370-80%
480-90%
590-95%
6>95%

tempo zona playmaker basket

Intenso, vero?

Per questo motivo, il nostro playmaker deve allenare per la maggior parte del tempo le zone 4 e 5, e trovarsi a suo agio con questo intervallo di frequenza cardiaca, che corrisponde a 80-95% Fc. Max.

In cosa consiste l’allenamento?

Per quanto riguarda l’allenamento, è molto interessante il ricorso a studi scientifici che hanno preso in esame i diversi sistemi di allenamento su parametri che ci interessa sviluppare. C’è un’abbondante letteratura al riguardo.

La cosa più interessante che troveremo, contrariamente a quanto pensano molti preparatori fisici di sport di squadra, è che la preparazione atletica si può realizzare con la palla. Non solo si può realizzare in questo modo, ma è anche una buona opzione!

Delextrat et al. (2018) hanno confrontato gli effetti del condizionamento fisico nei giocatori di basket per 6 settimane, basandosi sulle varianti di gioco (3×3) o su un sistema di allenamento intervallato ad alta intensità (HIIT).

Ovvero, li allenavano giocando e facendogli fare spint.

Vuoi sapere in cosa consiste esattamente l’allenamento HIIT?  Non perderti il post scritto da Javier Colomer su questo argomento. Clicca sul link.

allenamento hiit con palla

Che cosa hanno scoperto?

Come indicano gli autori:

“Nello studio si è osservato che sia le varianti di gioco che l’HIIT hanno portato ad un miglioramento delle variabili aerobiche e anaerobiche, così come una miglior capacità di ossigenazione muscolare.

È importante? Beh, come pensi che il playmaker di Movistar Estudiantes Phil Pressey è capace di stoppare il passaggio, iniziare a correre palleggiando, e realizzare un’azione con sucesso? Puoi vederlo nel seguente video…

Esatto, si tratta di un buon sviluppo della capacità anaerobica e della potenza aerobica.

Qualcosa di simile è stato osservato nello studio condotto da Maggioni et al., (2018), in cui vengono comparati gli effetti delle variati di gioco (BDT) con RSAT (HIIT) e con GBT (allenamento normale di basket).

Gli autori hanno concluso che sia  BDT come RSAT erano efficaci, e superiori al GBT svilluppando le prestazioni fisiche dei giocatori di basket.

Tuttavia, quando osserviamo i dati ci accorgiamo di due cose:

1. RSAT superiore a BDT

Generando fatica (dimostrazione di una più alta intensità).

rsat maggiore bdt

2. Miglioramenti con BDT

Tutte le abilità specifiche del basket  (driblaggio, lanci, passaggi, rimbalzi, abilità di difesa e d’attacco) miglioravano di più con il secondo sistema.

Gli autori consigliano vivamente agli allenatori e ai giocatori di tenere in conto questo fattore per inserire questo sistema d’allenamento nella preparazione atletica. Perché?

Perché, oltre a correre, Toney Douglas (Movistar Estudiantes) dev’essere capace di realizzare un passaggio con la precisione e velocità a cui abbiamo potuto assistere nelle giocate importanti nella 16ª giornata della Liga Endesa ACB.

Proposte di Allenamento per il Playmaker

Come integriamo tutto questo? Ti propongo una settimana di preparazione altetica per un playmaker!

settimana allenamento

Non sai come allenarti in palestra? Attenzione! Ti spiego tutto qui. In questo articolo ti spiego come sviluppare le tue sessioni Gen A e B, e Esp A e B.

Le sessioni Tecniche (TEC) e Tattiche (TAC) dipenderanno dal momento della stagione, necessità della squadra, prossimi incontri… E saranno coordinati dall’allenatore principale e i suoi aiutanti.

Sessioni HIIT

3 serie x 6 ripetizioni da 40′ (20’+20′) in una corsa alla massima intensità, con cambi di direzione. 20″ di recupero passivo nelle ripetizioni, e 3′ tra le serie.

Sessioni di BDT

2VS2 attacco-difesa continui, senza tiri liberi né tempi morti. 2 blocchi da 3 serie da 4′ di attività ininterrotta con 2′ di riposo tra i blocchi.

2 x (3 x 4′) + 2’ Riposo

Adesso ti rimane solo la cosa più divertente dopo avere letto questa guida d’allenamento per playmaker. Mettiti le scarpe e corri in pista!

allenamento playmaker basket

Refernze Bibliografiche: 

Valutazione Guida d'Allenamento per il Basket: Playmaker

Come dev'essere l'allenamento - 100%

Sviluppare la resistenza - 100%

In cosa consiste l'allenamento - 100%

Proposta di allenamento - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
Specialista in allenamento in fisiopatologia metabolica e in effetti biomolecolari dell’alimentazione e esercizio fisico, vi parlerá nei suoi articoli del complesso mondo della nutrizione sportiva e clinica, in modo semplice e con senso critico.
Vedi Anche
basket integratori
Basket, i migliori integratori

Il basket è uno sport intenso, questo lo sanno tutti quelli che hanno giocato almeno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *