Integratori sportivi per Test Fisici e Studio

Integratori sportivi per Test Fisici e Studio

Ti presentiamo gli integratori sportivi più per i test fisici o prove di efficienza fisica nei concorsi, che ti aiuteranno ad affrontare al meglio questa “gara”. 

Se ti stai preparando per un Concorso Pubblico per entrare nelle Forze Armate e dell’Ordine, queste informazioni sono di tuo interesse.

Abbiamo riunito gli integratori sportivi utilizzati nei test fisici dei concorsi pubblici, sostenuti da evidenze scientifiche per quanto riguarda il miglioramento delle Prestazioni Sportive e di conseguenza, potranno essere i tuoi alleati nei test fisici!

Test Fisici Concorsi Pubblici

Generalmente, tutti i test fisici nei concorsi pubblici hanno una prova di corsa.

Di solito possono essere di due tipi: resistenza e velocità. 

D’altra parte, questa prova rappresenta molto spesso il cavallo di battaglia di molti aspiranti, dato che si parte da una preparazione atletica anteriore, e tenendo in conto la pubblicazione del bando, è  possibile che il voto finale alla fine non sia quello che ci aspettiamo.

Tuttavia non bisogna arrendersi e anche se il nostro obiettivo, a seconda delle circostanze speicifiche, non sia quello di ottenere un “10”, quello che però dovremmo fare è stabilire come referenza un 7 o un 8 e non scendere più in basso.

concorso pompieri

Ovviamente, tutto dipenderà anche dal resto delle prove (per esempio nel caso dei pompieri), dato che la messa a punto di questo test potrebbe essere a scapito di altri test di forza…  

Senza dubbio, pianificare in base al nostro stato attuale e non cercare di ottenere domani quello che non abbiamo fatto negli anni, deve essere il nostro punto di partenza o premessa.

Integratori Sportivi per i Test Fisici dei Concorsi Pubblici

Che ruolo giocano questi integratori?

Naturalmente, spero che nessuno speri di arrivare all’ultimo giorno di preparazione “senza aver fatto i compiti”, come se solo qualche accortezza possa essere sufficiente per ottenere successo. Perché questo non funziona così...

Invece funziona così…

Se sei una persona che ha deciso che vuole cambiare la sua vita e quindi superare un concorso pubblico, già dal primo minuto ti devi abituare all’idea che otterrai il tuo posto, per farlo dovrai passare per una pianificazione della tua routine quotidiana (ore di studio, ore di allenamento, ore di riposo, ore di relax…), gli integratori sportivi saranno un tassello in più in questo puzzle.

Possono aiutare?

Certo che

integratori-test-fisici-forze-dell-ordine

Anche se io continuo nella mia convinzione: dal momento in cui decidi che affronterai un concorso pubblico, a tua vita cambia (deve) verso un’impostazione più controllata e più routinaria.

Ed è proprio questa la chiave, stabilire una routine quotidiana e, quando possibile, non saltare mai lo schema.

Che integratori assumere per i test fisici?

In questo articolo mi concentrerò soprattutto su integratori che permettono di:

  • Potenziare il rendimento.
  • Migliorare il recupero.

In riferimento a quanto detto in precedenza, non userò il condizionale, la tua vita gira in torno a quello che hai pianificato. Di conseguenza, anche la tua dieta e il controllo alimentare dovranno essere monitorati. Infatti, se così non è tutto sarà molto più complicato… Ed è proprio ciò che non vogliamo.

Bene, in questo contesto, l’efficacia di questi integratori aumenta.

  • Il primo gruppo sarebbe formato da: caffeina, creatina, beta-alanina e carboidrati.
  • Il secondo, e con il fine di migliorare il recupero: proteine in polvere, ma anche carboidrati.

Caffeina

Dose consigliata: tra i 3-9mg di caffeina per ogni kg di peso corporeo.

La caffeina è la miglior sostanza ergogenica per migliorare le prestazioni sportive in modo acuto, cioè, subito dopo averla assunta. Nonostante ciò, è vero anche che può provocare un’elevata tolleranza quando non dosata correttamente.

D’altra parte, si potrebbe dire che la nostra genetica influisce sul fatto di essere più o meno “reattivi” alla caffeina, esistono adirittura casi in cui si è rivelata inutile. Anche se in generale non è l’esito più comune.

La caffeina è un potente stimolante che agisce a livello del sistema nervoso centrale, che ha un impatto sulla nostra fisiologia e da cui si ottengono, fra gli altri, i seguenti effetti:

  • Aumenta la concentrazione,
  • Aumenta lo stato d’allerta,
  • Affina i nostri sensi,
  • Migliora la capacità di risposta,
  • Riduce la sensazione di fatica,
  • Provoca uno stato transitorio di euforia,

Come vedi, sono tutti benefici che possono potenziare le tua competenza. Con riferimento a quest’ultimo punto, ti consiglio di utilizzarla solo quando strettamente necessaria, non per abitudine. Un uso abbastanza efficace potrebbe essere 2-3 volte alla settimana.

Vuoi sapere quali sono i 7 benefici della caffeina? Fai click qui.

Creatina Monoidrato

Dose consigliata: 0,1 grammi di creatina per ogni 1kg di peso corporeo.

La creatina è un altro integratore “must” che qualsiasi persona che studia dovrebbe avere nel suo arsenale. È stato scientificamente dimostrata la sua efficacia rispetto all’aumento delle performance sportive.

Adesso la domanda da un milione di dollari, cosa noterò prendendo creatina?Beh, in linea di massima poco o niente, mi spiego meglio. Devi assumerla in modo continuativo per “riempire” le tue cellule di creatina e in modo tale che questa possa aiutarti nella risintesi di energia.

Tuttavia, dal momento in cui inizi a prenderla e parallelamente continui ad evolverti nei tuoi allenamenti, potrai essere in grado di realizzare più ripetizioni di bench press o pull-up , ma anche guadagnare qualche secondo in più sul cronometro… Quello che sicuramente otterrai è il miglioramento nel recupero muscolare.

Prendi la tua dose, o anche una divisa in due, come più preferisci, in qualsiasi momento. Non è necessario prenderla in combinazione con i carboidrati, né realizzare una pausa dalla creatina.

Ah, e se hai sentito qualcosa riguardo la  ritenzione dei liquidi, è vero. Relativamente a questa questione, bisogna dire che questo succede a livello intracellulare  con un aumento di peso di massimo mezzo chilo circa…

La creatina può agire come una sostanza nootropica continua a leggere....

Beta Alanina

Dose consigliata: tra 2-6 grammi al giorno.

I test di forza, come nel caso dei pull-up sono di carattere anaerobico lattacida, questo significa che produciamo una quantità di idroni che acidificano l’ambiente intracellulare e diminuiscono il nostro rendimento. D’altra parte, anche la corsa genera acidità.

L’effetto principale che potenzia le prestazioni sportive e che produce la beta-alanina è quello di prolungare lo sforzo ad alta intensità per un periodo di tempo maggiore fino all’esaurimento. In genere, si tratta di sforzi tra 1-4 minuti.

Questo significa, aumentare la resistenza muscolare, sia a livello cardiopolmonare che per quanto riguarda il numero di ripetizioni.

La beta-alanina è un integratore che si può assumere a lungo termine, quindi l’uso può essere continuativo, per ottenere i suoi effetti: aumentare le riserve di carnosina muscolare, che evita la caduta del pH muscolare durante l’esercizio fisico intenso.

Se sei vegano o vegetariano, dovresti assumere beta-alanina.

Si consiglia assumere una dose divisa durante la giornata con il fine di evitare la parestesia (per esempio, dividere la dose in mini-dosi da 1 grammo e prenderlo con i pasti).

Se desideri ottenere più informazioni sulla beta-alanina, ti consiglio questo link.

Carboidrati

Relativamente a questo punto, lo divideremo in due tipi: ad azione rapida o come “carica”.

All’interno del gruppo ad assorbimento rapido ci possono interessare i gel. Infatti, sono l’ideale da prendere poco prima di realizzare uno sforzo impegnativo, come può essere la corsa.

In altri momenti, come ad esempio nel nostro pasto quotidiano pre-allenamento, vanno assunti 2 ore prima dell’inizio della routine, in questi casi sceglieremo farina di riso. Possiamo utilizzare anche avena a colazione, per prepare un porridge.

Se il nostro allenamento dura più di 60 minuti, o si tratta di un giorno di allenamento pesante, come potrebbe essere il caso di una serie di corsa, optiamo per introdurre una bevanda intra-allenamento, a base di carboidrati ad assimilazione veloce e in più con sali minerali.

Dobbiamo assicurarci che si tratti di una soluzione all’8% per poterla considerare bevanda isotonica, bevanda che va assunta nel momenti di riposo.

Un’altra opzione valida per aumentare le concentrazione senza interferire con l’osmolarità della bevanda è utilizzare carboidrati di ultima generazione, tra questi, la destrina ciclica altamente ramificata è la più efficace.

Chiariamo uno dei miti nutrizionali più ripetuti. Leggi adesso.

Proteine in Polvere

La funzione che compiono i frullati di proteine in polvere non è altro che aiutare a completare il fabbisogno giornaliero di questo macronutriente.

Infatti, rappresenta un sostegno nella tua alimentazione, e quindi, i frullati proteici vanno considerati come un tipo di proteine in più. All’interno del catalogo di HSN, potrai trovare divesi tipi di proteine.

Nella successiva immagine ti aiutiamo a scegliere la tua, a seconda di: Materia Prima, Quali Assumere, Quando Assumerle e Secondo quali Obiettivi.

tipi di proteine

Per maggiori informazioni: migliori frullati di proteine.

Voci Correlate

  • Integratori per lo Studio.
  • Sai cos’è la Forza Mentale?
Valutazione Integratori per Test Fisici e Studio

Cosa sono - 100%

Effetti - 100%

Da tenere in considerazione - 100%

Indicazioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Vedi Anche
arginina
L-Arginina: Produce Ossido Nitrico per l’ipertrofia?

Sicuramente avrai sentito parlare di L-arginina in termini di un aminoacido che interviene nella crescita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *