Cambi di Programma durante una Preparazione per una Competizione

Cambi di Programma durante una Preparazione per una Competizione

Come dovremmo agire prima di un cambio di programma durante una preparazione fitness? Ti diamo alcuni suggerimenti importanti per superare le circostanze.

Questo articolo è uno di quelli che nessuno vorrebbe mai scrivere, ma che sono necessari poiché mostrano una realtà che racchiude molto di più di ciò che è legato alla competizione.

Il mio piano era di competere nel 2020 ma…

Come molti di voi già sanno, avevo deciso di gareggiare quest’anno, dopo:

  • Una gravidanza gemellare;
  • Aver preso 17 kg durante la gravidanza;
  • Due bambini di cui occuparsi, di cui uno di 9 mesi;
  • Problemi alle anche che non mi hanno permesso di allenarmi al 100%…
E se non fosse abbastanza, la PANDEMIA. Ti racconto come ho affrontato la quarantena. Clicca qui.

Serve sempre un “Asso nella Manica”

Quando si pianifica una preparazione come la mia, bisogna tenere conto di una moltitudine di scenari, alcuni facili da prevedere: come mancanza di sonno e riposo per i più piccoli, mancanza di tempo, stress, lento recupero dopo un parto… dettagli che complicano notevolmente il tasso di miglioramento.

Dovresti anche tenere alcuni assi nella manica per altri imprevisti come possibili infortuni, malattie o previsioni che erano poco probabili ai loro tempi, e tieni presente che quando parlo di assi nella manica o di essere proattivo io parlo del TEMPO, fare le cose in anticipo è sempre una delle migliori strategie.

View this post on Instagram

Hagas lo que hagas, ponle todas tus ganas, tu energía y tu fuerza. Si no sale como esperabas, no importa, porque será un aprendizaje para el futuro. Yo le estoy poniendo toda mi energía principalmente a la crianza de los #mellistandem, pero también a la decoración de nuestro nuevo hogar. Estoy emocionada de poder compartir el proceso mediante los Vlogs de YouTube 👉🏼 Tandem Fitness, en los que primero iré contando lo que queremos hacer y más adelante iré subiendo el antes y el después. Estpy abriendo una nueva etapa en mi vida en la que me siento cómoda e ilusionada, no tengo ni idea de lo que saldrá de aquí, pero sé que lo que hago me hace feliz y eso es lo que más me importa ahora mismo. Aquí estoy con mi huerto vertical que será parte de nuestro salón jeje estoy loca por verlo ya todo montado 🥰. Si aún no me sigues en mi canal de YouTube, hazlo, estoy segura que mínimo te voy a entretener y seguro que algo te aportaré 😉. Nos vemos allí cada semana 👏🏼. . . . . #tandemfitness #Sonia_Tudela #feliz #mujerreal #empoderamiento #youtubers #youtube #ikea #huertovertical #plantas #decoracion #decoracioninteriores #instabeauty #blogger #decoration

A post shared by Sonia Tudela (@tandem_fitness) on

Anche nel migliore dei casi, il mio obiettivo era di per sé molto complicato, ma se a questo aggiungiamo il confinamento, la chiusura delle palestre, la preoccupazione aggiuntiva, la mancanza di attività per limitazioni di movimento e tutto ciò che riguarda il Covid, non avevo speranze.

Adattarsi alle circostanze

In questo articolo non voglio fare una raccolta di sanzioni, tanto meno, quello che voglio è che tu veda come quando un piano va storto, uno deve sapere come adattarsi alle circostanze e anche darti delle alternative in modo che cosa hai fatto in questo periodo non è stato vano.

Come forse già saprai, quest’anno non gareggio, sicuramente nessuno, o quasi nessuno, sta gareggiando, poiché la maggior parte delle federazioni ha sospeso le competizioni, ma ciò non significa che la mia strategia cambi completamente, ed è lì che voglio mettere a fuoco.

Se tutto questo ti ha colto nel bel mezzo di una preparazione, nel bel mezzo della fase di definizione, il mio consiglio prima di finire bene ai panini, che spero non faccia nessuno, è che apprezzi molto bene qual è il tuo obiettivo, e se rimane lo stesso, gareggia, non buttare via tutto.

View this post on Instagram

¡¡Hola gente bonita!! Me paso por aquí a éstas horas que es cuando puedo sentarme tranquilamente en todo el día 🤪. . Llevo aproximadamente 2 meses comiendo por sensaciones, 70-30, (70% comida saludable y el resto… 😅), por lo que en principio voy bajando % graso ya que creo un ligero déficit, pero empiezo a notar cierta inflamación abdominal que se agraba con el estrés que estoy teniendo las últimas semanas. Me estoy planteando ponerme seria nuevamente con la dieta y plantearme un reto físico (no en plan competición, pero sí acercarme a la foto que adjunto (Julio del 2018, a 3 meses de competir en @wnbfspain). Es un punto ambicioso, pues mi % graso ahí ya era bastante bueno y podía entrenar con buena intensidad, no como ahora que entreno en modo 👩‍🦳abuela. . Pero me apetece retar e nuevamente, de hecho, necesito claramente un objetivo ya que estoy en ese punto que ni fu ni fa y así no funciono bien. El jueves hablaré con mi fisio a ver qué puedo empezar a hacer con éste cuerpo, pero creo que estaría way compartir todo mi proceso con dietas y entretenimiento, subiendo la evolución mensual por ejemplo, ¿qué os parece? ¿Os apuntáis a hacerlo conmigo? 😅 😘.

A post shared by Sonia Tudela (@tandem_fitness) on

Dopo averne parlato con Carlos, ho deciso di continuare con la definizione, l’unica cosa che ho fatto è modificare i tempi ed essere più conservatore.

Il mio nuovo piano per il 2020

Abbiamo mantenuto il deficit ma meno “aggressivo” di quanto sarebbe stato se fossi in competizione, e abbiamo privilegiato le sensazioni con l’allenamento per dimagrire.

Se ti trovi in una situazione simile e non hai mai gareggiato, il mio consiglio è di non variare troppo il tuo piano iniziale poiché la maggior parte delle volte la definizione che si ottiene con la prima preparazione non è solitamente molto alta.

L’ideale sarebbe raggiungere un punto magari non in competizione ma chiudere e poi iniziare ad aumentare le calorie a poco a poco ma cercando di non coprirsi eccessivamente, così sarai preparato per quando torneranno le gare, mantenendo una percentuale di grassi bassi e un metabolismo “attivo”.

Ovviamente in questa situazione ci sono diverse opzioni, e sicuramente ci sono concorrenti con più esperienza che sanno aggiustare le variabili per sfruttare altre strategie, ma la mia esperienza mi dice che cambiare l’idea iniziale in eccesso è solitamente pericoloso.

Costruzione Metabolica

Se il tuo punto di definizione era già molto buono, puoi anche fare una “costruzione metabolica”.

Così chiamato da alcuni prestigiosi trainer, che consiste nell’iniziare ad aumentare le calorie, principalmente i carboidrati, a poco a poco per migliorare l’allenamento ed entrare in quella ruota così soddisfacente che è mangiare di più, allenarsi di più, bruciare più calorie, continua a perdere grasso, mangia di più, allenati ancora più duramente…

Ovviamente questo non dura per sempre e bisogna stare attenti nel controllare che non ti sfugga di mano, ma se riesci a rimanere in questo stato abbastanza a lungo perché le cose si normalizzino e ci siano gare in vista, migliorare la tua versione al top vorrà dire semplicemente di non “mandare tutto all’aria”, visto che hai già tutti i fattori necessari.

Volume Pulito?

All’altro punto troveremo qualcuno che avrebbe pensato di gareggiare ma solo per fare esperienza e che è consapevole che gli manca ancora molta massa muscolare.

In questo caso, valutare il tempo che hai a disposizione e rendere un qualche tipo di volume il più pulito possibile non è irragionevole, ovviamente devi avere le cose molto chiare e se il tuo obiettivo è il 2021, non impazzire con il cibo.

Tutto il lavoro che hai svolto ora non dovrai rifarlo l’anno prossimo.

Se hai perso la motivazione…

Immagino che ci saranno altri casi, persone che hanno perso completamente la motivazione poiché la preparazione è piuttosto dura e quando l’ultimo obiettivo scompare come per magia è difficile restare saldi ai propri piani.

Dico a quelle persone di non arrendersi, che queste cose succedono, che devi solo avere una prospettiva e capire che non gareggiare quest’anno non è di gran lunga il peggiore dei mali.

View this post on Instagram

MOTIVACIÓN: Me escribís bastante comentándome que os falta motivación para poneros en marcha o para llevar a cabo vuestro plan. Debemos entender que la motivación, al menos como yo la entiendo, no es más que una utopía… Lo primero es tener claro si nuestra meta es realmente lo que queremos en la vida, o si por el contrario, simplemente es un capricho por el que no estás dispuest@ a trabajar cada día para conseguirlo, porque cuando algo realmente nos interesa, somos capaces de lo que haga falta, ¿o no? Conseguir un físico X, conlleva: _ser consciente del punto en el que nos encontramos _ser conscientes de nuestras posibilidades REALES de llegar a esa meta _ser consecuentes con nuestra decisión y actuar en consecuencia y sin excusas _dar cada día pasos en la dirección a la que nos queremos dirigir _no culpar a la vida o la genética, de tu falta de compro contigo mism@ Un físico X, conlleva: _un plan específico para ti, único e intransferible _esfuerzo DE VERDAD en el entrenamiento _tiempo _constancia _paciencia Yo actualmente soy consciente de mis limitaciones físicas (lesiones y recuperación post-parto) y mis limitaciones de tiempo 👶🏼👶🏼, por ello me planteo: _pequeños objetivos semanales _gran objetivo final a largo plazo (16 meses) Lo que ya sé de antemano, es que no voy a estar motivada 24/7 ni mucho menos, pero eso no tiene que suponer un problema, simplemente es lo normal. Los días que la motivación brille por su ausencia, sencillamente haré lo mismo que si la tuviera por las nubes y no echaré balones fuera. PD: estado actual, a ver si me animo y me hago algunas en bikini (aún no me gusta lo que veo en el tren inferior y no me siento cómoda compartiendo esa imagen) #lascosascomoson

A post shared by Sonia Tudela (@tandem_fitness) on

Se senti davvero la passione per questo sport in un modo o nell’altro ritroverai la forza di rialzarti e ritrovare l’entusiasmo.

Conclusioni

So cosa significhi competere, quindi ti consiglio di non scoraggiarti, è molto appagante e gratificante fare le cose bene per così tanto tempo e salire sul palco per mostrare il lavoro svolto.

Parte tutto da te ed è per te, ricordalo sempre, per nessun altro.

Spero che questo post ti aiuti e come sai sempre, se hai domande, non esitare a chiedere, sarò felice di risponderti.

Voci Correlate

  • Si può Competere in Fitness dopo aver partorito? Te lo racconto in questo articolo.
  • Se vuoi sapere com’è una Preparazione Vegana per il Bodybuilding, ti consiglio di visitare questo link.
Valutazione Cambi di Programma durante una Preparazione per una Competizione

Consigli - 100%

Reimposta l’obbiettivo - 100%

Adattarsi alle circostante - 100%

Conclusioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Tandem Fitness
Tandem Fitness
Tandem Fitness è una coppia di appassionati di sport, nutrizione e salute. Tandem Fitness è formato da Carlos e Sonia: sportivi, vegani e bloggers.
Vedi Anche
Che cos’è il Volume Massimo Recuperale?

Il Volume Massimo Recuperabile è il punto dal quale supereremo la capacità di recupero dall’allenamento. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *