Amino Spiking Che cos’è e Come Identificarlo È Davvero una Proteina del Siero di Latte

Amino Spiking Che cos’è e Come Identificarlo È Davvero una Proteina del Siero di Latte

Se hai già abbastanza esperienza nel mondo degli integratori, potrebbe non sorprenderti, ma se ancora non sai a cosa si riferisce il titolo del post, ti invitiamo a comprendere le tecniche fraudolente che alcuni produttori utilizzano quando si tratta di realizza i tuoi prodotti.

Che cos’è l’Amino Spiking?

Conosciuto anche come “Protein Spiking”, è una tecnica che consiste nell’aggiungere (manipolando) una serie di amminoacidi a basso costo alla formula proteica per aumentare il valore dell’azoto totale.

In altre parole: un modo per aumentare la quantità di proteine abbassando i costi a costo di “ingannare il cliente”.

Amino Spiking

Quali sono i trucchi per Aumentare la Percentuale di Proteine?. Clicca su questo link.

Come se ne approfittano i Produttori?

La quantità di proteine viene misurata in funzione del contenuto di azoto.

Proprio come le proteine contengono amminoacidi e questi azoto, i test utilizzati per verificare il contenuto di questo nutriente si basano su questo principio.

Tuttavia, il test cerca di misurare le proteine complete o è ciò che si presume quando si introduce il campione.

Ciò che accade può essere “falsificato” e grazie al contributo extra degli amminoacidi, aumenta il totale delle proteine

Proteina

Il risultato? Un valore proteico per porzione che sarà una miscela di amminoacidi presenti nelle proteine + “aminoacidi economici”, anche aminoacidi che non vengono utilizzati per la sintesi proteica (non proteinogenici).

Perché viene utilizzata la tecnica Amino Spiking?

I meccanismi e le procedure per ottenere la proteina, compreso il suo confezionamento, trasporto e campagna di marketing, sono costi che il produttore deve sostenere.

Quindi, se puoi ridurre l’investimento totale, in modo fraudolento, come in questo caso, risparmierai una buona somma di denaro.

Non c’è altra giustificazione.

Quali sono gli Amminoacidi utilizzati nell’Amino Spiking? Generalmente vengono utilizzati: glicina, creatina, taurina o anche glutammina. Questi amminoacidi sono molto più economici delle proteine complete, quindi il produttore può trarne vantaggio per distorcere i risultati della preparazione del cibo.

L’Amino Spiking è Legale?

La risposta breve sarebbe (se questo contenuto di amminoacidi è indicato sull’etichetta).

La FDA (Food and Drug Administration) è l’incaricata di questa relazione. E come sembra, quando si sottopone una qualsiasi proteina a un’analisi, come il Kjeldahl, che rileva sostanze azotate, il risultato verrà interpretato come proteina.

In questo modo, se sull’etichetta trovi che per assunzione una proteina indica che ne apporta 22 g, se è stata trattata con queste false tecniche, ingerirai la sua proteina e gli amminoacidi extra.

Ovviamente, questo non piace a nessuno.

Legalità Amino Spiking

Secondo la FDA, i prodotti di amminoacidi puri non sono considerati proteine, ma nulla è specificato in modo specifico per quanto riguarda le proteine che includono amminoacidi aggiuntivi.

Qual è il Problema dell’Amino Spiking?

Fondamentalmente, potremmo parlare di negligenza da parte dell’azienda che produce i prodotti e, per il cliente, di un inganno.

Purtroppo si gioca con la scarsa conoscenza di tante persone, che ripongono la loro fiducia in queste aziende, ma alla fine, a queste ultime, quello che interessa di meno è proprio il cliente che acquista da loro.

Un altro punto, si potrebbe arrivare a pensare che se si aggiungono amminoacidi alla formula, si rafforza. Ma la verità è che non è completamente così. L’unica cosa che si ottiene, a seconda di quale amminoacido viene aggiunto, è aumentare il contenuto di azoto, senza altri benefici.

Infine, considerare che questi amminoacidi aggiunti non sono proteogenici, ovvero, non sono utilizzati direttamente come elementi costruttori.

La creatina è un integratore che aiuta a migliorare le prestazioni fisiche e il suo contributo, a fronte del servizio che cerchi da una proteina, non è corretto.

Qualità Proteina

Se vogliamo la creatina, possiamo sempre acquistare l’integratore e aggiungerlo come meglio crediamo

Gli amminoacidi che ci interessano saranno quelli che il nostro corpo non può sintetizzare: gli Amminoacidi Essenziali.

Taurina, glicina, glutammina, peptidi, creatina… cosa fanno nel mio frullato proteico?!

A causa della definizione molto aspecifica della FDA (ente responsabile della regolamentazione degli integratori alimentari in America, tra gli altri compiti) del termine “proteine”, questa pratica è tecnicamente legale se è indicata sull’etichetta .

Inoltre, anche la mancanza di regolamentazione a livello europeo non aiuta molto a chiarire la questione.

Potresti pensare che dopotutto ciò che aggiungono siano amminoacidi e influenzeranno positivamente la sintesi proteica… Sbagliato.

Il concentrato 80% (WPC 80%) e l’isolato di siero di latte (WPI) sono proteine che hanno dimostrato di essere particolarmente efficaci nel contribuire all’aumento della massa muscolare. Tuttavia, glutammina, glicina e taurina non sono così efficaci.

Qual è il prezzo del Concentrato del Siero del Latte?

in questo articolo sulla sintesi proteica si spiega molto bene che maggiore è la quantità di leucina, maggiore sarà la sintesi proteica muscolare.

Come Identificare l’ Amino Spiking?

Occorre comprovare l’etichetta o scheda nutrizionale di cui ci fornisce il venditore

In questa, per legalità devono comparire le informazioni riguardanti la composizione. Quindi, se è presente “l’amino spiking”, è facilmente rilevabile sull’etichetta.

Importante: quando ci riferiremo all’alterazione della proteina, faremo sempre riferimento a un integratore proteico senza alcuna aggiunta aggiuntiva, ovvero le formule “All-In-One” o quelle che sono miscele di più tipi di proteine, non le prenderemo in considerazione, poiché è già indicato che sono costituite da più fonti (proteine, amminoacidi, carboidrati…).

Che cosa dobbiamo osservare sull’etichetta?

  • Come già sappiamo, l’elenco degli ingredienti è ordinato dal contenuto più alto a quello più basso, quindi, se gli elementi compaiono all’inizio della descrizione, è possibile che siano stati aggiunti
  • Se tra questi ci sono: creatina, glicina, taurina… quando quello che abbiamo è un contenitore di proteine, è un altro motivo valido per considerare se interessato a quel prodotto.
  • Cerca il Sigillo di Qualità. Tra questi possiamo citare: Certificato cGMP e Hazard Analysis and Critical Control Points (HACCP).
  • Devi sapere che ogni sapore produce una deviazione nelle proteine totali. Generalmente, il sapore del cioccolato tende ad avere una percentuale minore di proteine a causa del suo contenuto di cacao.
  • Mancanza di informazioni, come l’aminogramma. Molti produttori attribuiscono il profilo aminoacidico corrispondente alla materia prima, ma non quello che effettivamente otteniamo al momento dell’acquisto del prodotto, una volta lavorato, aggiunto il sapore…
Le preparazioni alimentari a base di proteine di HSN contengono queste certificazioni citate, oltre a lavorare continuamente per continuare a migliorare le formule, tutte queste informazioni essendo completamente trasparenti oltre ad offrire consigli cliente tecnico, in ogni momento.

Imparare a leggere le etichette

Le immagini inferiori mostrano le differenze tra due proteine WPI il più pure possibile (prima immagine in alto) rispetto ad alcune proteine non pure, con l’aggiunta di amminoacidi e altri ingredienti (immagine in basso).

Per utilizzare preparati proteici, personalmente, non sprecherei soldi per questi ultimi:

Amino Spiking HSN

Conclusioni

In questo senso, un buon esempio di come presentare le informazioni sarebbe quello che include:

  • Immagine del prodotto.
  • Sigilli di certificazioni se presente nei prodotti (aspetto importante).
  • Finalità dell’uso dell’integratore nello sport.
  • Informazione nutrizionale dei macronutrienti e micronutrienti per 100 grammi di dose di consumo consigliata.
  • Gusti disponibili, dimensioni e modo di presentazione del prodotto.
  • Aminogramma completo (prodotti con proteine e amminoacidi) e ingredienti addizionali (ad esempio, dolcificante o emulgenti).

Bibliografia

  1. Bruno, G. (2014). Do your proteins meet label claims
  2. European Comission. (2014). Food Supplements
  3. European Food Safety Comission
  4. Finete, VL.; Gouvêa, MM.; Marques, FF.; & Netto, AD. (2013). Is it possible to screen for milk or whey protein adulteration with melamine, urea and ammonium sulphate, combining Kjeldahl and classical spectrophotometric methods?. Food chemistry, 141(4), 3649-3655.
  5. Food and Drug Administration

Voci Correlate

Valutazione Amino Spiking

Identificare - 100%

Amminoacidi aggiunti - 100%

Osservare l'etichetta - 100%

Prodotti con certificazione - 100%

100%

Valutazione HSN: Ancora Nessuna Valutazione !
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
Specialista in allenamento in fisiopatologia metabolica e in effetti biomolecolari dell’alimentazione e esercizio fisico, vi parlerá nei suoi articoli del complesso mondo della nutrizione sportiva e clinica, in modo semplice e con senso critico.
Vedi Anche
Alimenti ECO, Bio e Organici ci sono differenze
Alimenti ECO, Bio e Organici: ci sono differenze?

Se sei una persona interessata alla tua salute, a un certo punto ti sarai imbattuto …

2 commenti
  1. Buongiorno, in fase di acquisto delle whey protein mi sono accorto che i prodotti che presentano nell’amminogramma un quantitativo di leucina pari o superiore a 10g per 100g hanno anche un più alto quantitativo di acido glutammico (dai 17g in su) e glicina (dagli 1,6g in su), anche se questi ultimi sono presenti nell’amminogramma e non negli ingredienti come aggiunte. A volte è anche presente un più alto quantitativo di arginina e alanina. Mi domandavo se prodotti del genere potessero essere di qualità, o se anche in questo caso si trattasse di protein spiking.
    Grazie in anticipo per la disponibilità e buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *