cGMP e HACCP: Conosci le Certificazioni di HSN

cGMP e HACCP: Conosci le Certificazioni di HSN

I sigilli HACCP e cGMP della gamma di prodotti HSN certificano i più elevati standard di qualità. Ti spieghiamo in cosa consistono le Certificazioni di HSN.

HSN: Fabbricazione con le più alte certificazioni di qualità

HSN è una società con sede in Spagna, che commercializza integratori e preparati alimentari per la nutrizione sportiva e la dietetica “healthy” nel quadro delle normative europee in conformità con tutte le linee guida nazionali e internazionali in materia di influenza normativa corrisponde.

Installazioni HSN

Installazioni di HSN.

Da HSN non vendiamo solo integratori alimentari dei nostri marchi:

Ma siamo anche responsabili della loro formulazione e sviluppo.

Nel 2017 abbiamo intrapreso l’entusiasmante missione di creare la nostra propria fabbrica, in cui avremmo potuto contare su esperti in nutrizione clinica e sportiva che potessero sviluppare formule esclusive e integratori alimentari a base di materie prime di altissima qualità sul mercato.

Visita Fabbrica HSN

Visita la fabbrica di HSN.

Oltre a un team di tecnici qualificati che potrebbe svolgere i compiti di gestione, controllo, produzione e tracciabilità dello sviluppo di questi integratori alimentari, garantendo un risultato ottimale di ogni dei lotti che lasciano la nostra fabbrica.

Per il corretto svolgimento di tutti questi compiti è necessario attenersi ad alcune linee guida che vengono raccolte secondo i criteri normativi del quadro delle diverse certificazioni che alcuni enti possono accreditare nell’ambito di procedure di audit programmate e non, per verificare il rispetto delle norme.

Scopri le certificazioni di HSN!

Che cosa significa cGMP. Certificazioni di HSN

Normalmente abbreviati in GMP, sono l’acronimo della certificazione Good Manufacturing Practices (o Norme di Buona Fabbricazione, in lingua italiana).

La “c” abbrevia “Current”, che fa riferimento alla natura dinamica delle normative e al comportamento propositivo degli enti che le accreditano, alla ricerca dei migliori standard di qualità sul mercato.

cGMP è una certificazione che costituisce la parte del controllo di qualità che garantisce che i prodotti siano sviluppati e controllati coerentemente sulla base dello standard di qualità appropriato in base al loro utilizzo e alle loro esigenze di mercato.

Le buone pratiche di fabbricazione sono un insieme di regolamenti che garantiscono un’adeguata progettazione, monitoraggio e controllo del processo di produzione e dell’impianto di produzione.

L’adesione alle normative GMP garantisce l’identità, la forza, la qualità e la purezza dello sviluppo del prodotto sotto un adeguato controllo delle operazioni di produzione, incluso:

  • Sistemi di forte gestione del controllo di qualità.
  • Ottenimento di materie prime di qualità appropriata.
  • Stabilimento di procedure operative robuste.
  • Rilevamento e indagine delle variazioni di qualità del lotto
  • Manutenzione affidabile dei test di laboratorio.

Azienda certificata

HSN vanta la certificazione GMP che risponde a molteplici criteri legati ad un gran numero di variabili che condizionano il processo produttivo.

Impianto di sviluppo

I requisiti per l’ubicazione degli impianti sono stabiliti per evitare la contaminazione esterna e garantire il controllo dell’assenza di qualsiasi tipo di fauna selvatica dall’ambiente nelle strutture, inclusi i dispositivi aerei.

Convalidano il sistema di approvvigionamento idrico e la sua purificazione per tutte le fasi relative al processo.

Magazzino

La certificazione GMP (Certificazioni di HSN) comprende standard relativi alla manutenzione e al controllo dell’area di stoccaggio delle materie prime, alla ricezione dei campioni e dei prodotti finali.

Magazzino

Oltre ad un rigoroso controllo autorizzativo di accesso esclusivo ai professionisti autorizzati dalla società.

Area di produzione

Controllo della direzione e sequenza delle fasi del processo produttivo.

Aree ausiliarie

Isolamento, scopo, accesso e manutenzione ambientale di ciascuna delle stanze della catena di produzione.

Area del Controllo di Qualità

Con laboratori isolati dallo stabilimento di produzione, con la capacità di eseguire analisi fisico-chimiche, biologiche, microbiologiche e radioisotopi.

Isolamento adeguato di quest’area per evitare la contaminazione incrociata.

Personale

Qualificati ed esperti, formati secondo le linee guida specifiche dell’azienda e la responsabilità delle loro prestazioni professionali.

Con un processo supervisionato da membri tecnici debitamente qualificati.

Fornitura di un adeguato numero di personale per superficie dell’impianto, secondo le esigenze.

  • Mantenimento della salute dei lavoratori.
  • Abbigliamento da lavoro specifico e adeguato, e corretta igienizzazione per la movimentazione di elementi della filiera produttiva.
  • Controllo delle operazioni.

Con tutte le materie prime debitamente etichettate per evitare confusione nel processo di sviluppo, con controllo totale dell’assenza di microrganismi patogeni (Salmonella, E. Coli, etc.).

Prevenzione completa della contaminazione con altri prodotti o composti utilizzati per lo sviluppo di altri prodotti della fabbrica.

Sanificazione nella procedura di produzione

Tutto il materiale deve essere pulito seguendo le registrazioni delle procedure convalidate. Il programma di sanificazione di routine dovrebbe essere supervisionato da tecnici addestrati.

Materia prima

È necessario disporre di un inventario completo delle materie prime utilizzate nello stabilimento di produzione, nonché delle date e degli altri dati di registrazione di entrata e uscita del primo lotto del magazzino.

Tutte le materie prime devono essere almeno leggermente rialzate e non a diretto contatto con il suolo.

Attrezzatura

Correttamente posizionata, progettata, costruita, adattata e mantenuta per ridurre al minimo il rischio di errore e consentire un’efficace pulizia e manutenzione per prevenire la contaminazione incrociata.

Attrezzatura della Fabbrica

Bilance e altri strumenti di misura in un intervallo appropriato: precisione e validità. Devi essere calibrato e revisionato da tecnici specializzati, su base regolare routine.

Documentazione e registro

La parte essenziale del sistema di garanzia della qualità.

È necessario definire le specifiche di tutti i materiali, metodi di fabbricazione e controllo per garantire che tutto il personale sia a conoscenza del processo di fabbricazione e conosca le informazioni necessarie per decidere se mettere in circolazione o meno un lotto.

La documentazione deve essere approvata, firmata e datata da personale appropriato e autorizzato.

Il processo deve essere registrato, ogni operazione nella catena di produzione, per garantire la tracciabilità del prodotto. Le registrazioni devono essere conservate per un periodo di tempo ragionevole per garantire il controllo del loro consumo da parte dell’utente.

Etichettattura e materiale stampato

A colori e in materiali adeguati. Registrata dal dipartimento di controllo qualità e professionisti qualificati

Garanzia di qualità

  • Per comprendere le chiavi delle garanzie e del controllo di qualità.
  • Comprendere i requisiti specifici dell’organizzazione, delle procedure, dei processi e delle risorse.
  • Per lo sviluppo di azioni che risolvono problemi.

Qualità HSN

Qualità HSN.

Auditing proprio dell’ispezione di qualità

GMP consiglia di avere un team di tecnici esperti nel controllo della qualità che implementino routine di autocontrollo della qualità per garantire che gli standard GMP non vadano persi in qualsiasi momento durante il periodo di certificazione.

Gli enti che accreditano il GMP effettuano audit e possono richiedere informazioni che la fabbrica deve avere, in qualsiasi momento.

In definitiva, devono essere effettuati 3 tipi di auditing:
  1. Interno.
  2. Esterno.
  3. Regolatore.

Sistema di controllo di qualità

Il controllo di qualità deve coinvolgere campionamento, specifiche, test, documentazione e procedure di rilascio del prodotto.

Tutte le decisioni di controllo della qualità dovrebbero prendere in considerazione il laboratorio e il personale di laboratorio.

Tutti i lotti di materie prime e prodotti pronti per la vendita devono essere controllati dal reparto controllo qualità. Il laboratorio di controllo qualità può essere suddiviso in test chimici, strumentali, microbiologici e biologici.

Tutti gli strumenti devono essere calibrati e le procedure di prova convalidate prima di essere implementate nelle routine di controllo.

Specificazioni

Per materie prime e materiale da imballaggio, contenitori e chiusure.

Registri di formula propria

Formule proprie

Registri di imballaggio dei lotti

Oltre ad altri controlli più specifici al ricevimento delle materie prime, campionatura, richiamo dell’ente certificatore, gestione degli incidenti, stoccaggio e distribuzione.

HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points). Certificazioni di HSN.

Bureau Veritas, lo stesso ente certificatore che accredita le competenze di HSN in conformità agli standard richiesti per ottenere il certificato GMP, certifica l’HACCP/APPCC.

HACCP/APPCC (Hazard Analysis, and Critical Control Points/Analisi dei pericoli e dei punti critici di controllo) è il sistema di gestione più efficace e riconosciuto al mondo, nel campo dell’industria alimentare.

Si basa sulla gestione dell’analisi e del controllo dei rischi biologici (microbi e tossine), chimici e fisici del processo di fabbricazione, stoccaggio, distribuzione e utilizzo da parte del consumatore.

Per evitare qualsiasi tipo di effetto negativo sulla salute.

HACCP è governato da:

  1. Eseguire l’analisi dei rischi.
  2. Determinare punti di controllo critici.
  3. Stabilire procedure di monitoraggio.

E si basa su 7 principi per garantire questo:

1. Eseguire l’analisi dei rischi

I rischi nell’industria alimentare (biologici, fisici, chimici, radiologici, ecc.) sono elementi in grado di provocare malattie nel consumatore.

Con HACCP vengono identificati e valutati i rischi del processo produttivo.

Un gruppo di esperti si riunisce per valutare eventuali rischi di qualsiasi natura e stimare sia la probabilità del loro verificarsi durante il normale svolgimento del processo produttivo, sia l’entità del danno nel caso in cui si si verificano.

Grazie all’identificazione dei rischi che riguardano distributori, dipendenti, attrezzature e storia, HSN è in grado di elaborare procedure di sviluppo sicure per prevenirne il verificarsi.

2. Determinare Punti di Controllo Critici

Qualsiasi punto o fase dell’intero processo produttivo (dal ricevimento della materia prima, alla vendita del prodotto per il consumatore) in cui viene applicato un controllo per prevenire, eliminare o ridurre un rischio per la sicurezza alimentare ad un livello accettabile si chiama punto critico di controllo .

Ogni fase del processo produttivo viene valutata per identificare, selezionare e implementare i Punti Critici di Controllo.

3. Stabilire limiti critici

Ad ogni passaggio identificato con un Punto Critico di Controllo, devono essere stabiliti limiti critici per le misure preventive associate ai punti critici di controllo.

Un limite di controllo critico è il valore massimo e minimo del processo che deve essere mantenuto ad un certo punto, di qualsiasi variabile di interesse relativa alla sicurezza alimentare, per controllare i rischi individuati nel Punto Critico di Controllo.

Ordine HSN

Ordine HSN. Certificazioni di HSN.

4. Stabilire procedure di monitoraggio.

Devono essere stabilite le procedure di monitoraggio per ciascun Punto Critico di Controllo.

Il “Monitoraggio” consiste nell’includere una sequenza pianificata di osservazioni e/o misurazioni che permettano di identificare se un punto critico di controllo è sotto controllo.

È caratterizzato da 3 obiettivi primari:

  1. Seguire il controllo del processo.
  2. Determinare quando esiste una deviazione
  3. Fornire documentazione scritta per le procedure di verifica.

5. Stabilire azioni correttive

Si devono sviluppare azioni correttive per ogni processo che è stato identificato con un Punto Critico di Controllo. Le azioni correttive sono azioni che devono essere intraprese prima della comparsa di deviazioni nel processo, oltre i limiti critici determinati nel principio 3.

Queste azioni identificano l’accesso alla deviazione e consentono di restituire la produzione per correggerla, in modo sicuro.

6. Stabilire procedure di registrazione e documentazione

Le procedure di conservazione dei registri consentono alla documentazione di essere disponibile durante l’intero processo HACCP.

Il mantenimento dei registri comprende:

  • Fornire documentazione per i rischi.
  • I Punti di Controllo Critici.
  • I limiti critici.
  • Le procedure di monitoraggio.
  • Le azioni correttive.
  • Le procedure di verifica.
  • I registri delle operazioni quotidiane.

7. Stabilire procedure di verifica.

Le procedure di verifica garantiscono il corretto ed efficace funzionamento del sistema HACCP in uso.

L’HACCP è strettamente legato alle GMP, poiché condividono alcuni punti comuni dei loro obiettivi.

Bureau Veritas è l’ente certificatore che accredita che HSN rispetta i criteri normativi che riguardano entrambi i sistemi di gestione.

Che cosa sono le norme ISO?

ISO fa riferimento all’“International Organization for Standarization”, un ente internazionale non governativo che stabilisce una serie di norme inquadrate nel quadro europeo, che standardizzano le procedure e le specifiche dei processi di controllo qualità e sicurezza alimentare.

Esistono molti tipi di norme ISO, alcune sono specifici per determinati settori, mentre altre garantiscono vari criteri determinanti di fattori globali come qualità, ambiente, rischi professionali e sicurezza sul lavoro o responsabilità sociale.

L’ISO 22000 è la certificazione più specifica per l’industria alimentare, poiché consiste in un sistema di gestione della sicurezza alimentare, compatibile con altre certificazioni come GMP e HACCP, poiché integra solo i criteri che regolano l’istituzione di queste certificazioni.

Perché i nostri prodotti SportSeries presentano le certificazioni?

HSN è un’azienda che si impegna con la qualità.

Fin dall’inizio applichiamo i nostri metodi di controllo qualità e tracciabilità a tutti i prodotti sviluppati nel nostro stabilimento produttivo, e ad un certo punto abbiamo voluto certificarli .

GMP e HACCP erano due certificazioni di sistemi di controllo che sono state rapidamente e facilmente accreditate, poiché noi stessi abbiamo già svolto le fasi necessarie per ottenerle.

Magazzino HSN

Magazzino HSN. Certificazioni di HSN.

Nella nostra analisi delle richieste del mercato, abbiamo considerato la possibilità di richiedere il certificato di adesione alle norme ISO 22000:2018, ma dopo aver valutato il costo/beneficio dell’accreditamento delle procedure che sono già in corso nello stabilimento stesso, grazie all’attuazione delle regole del regolamento GMP e HACCP, si preferisce non fare l’investimento economico solo “per il titolo”.

HSN continua a crescere! Visita il seguente link per vedere i grandi progressi che abbiamo fatto nel 2020.

Attualmente stiamo implementando un rigoroso controllo documentale, ben al di sopra delle specifiche della certificazione cGMP, per ottenere un certificato rinomato nel settore alimentare che i consumatori del mercato spagnolo richiedono molto.

Visualizza il post su Instagram

 

Post pubblicato da HSN (@hsnstore_es)

Stiamo incrementando il nostro organico di tecnici ed esperti del reparto controllo qualità, e facendo tutti gli investimenti necessari per ottenere una nuova certificazione che consideriamo distintiva e che aggiunge valore al nostro impegno verso i clienti.

HSN We Are Nutrition

Valutazione Significato sigilli HACCP e cGMP

Certificazione cGMP - 100%

Specificazioni - 100%

Sigillo HACCP - 100%

Specificazioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
Specialista in allenamento in fisiopatologia metabolica e in effetti biomolecolari dell’alimentazione e esercizio fisico, vi parlerá nei suoi articoli del complesso mondo della nutrizione sportiva e clinica, in modo semplice e con senso critico.
Vedi Anche
La Caffeina di HSN Messa alla Prova
La Caffeina di HSN Messa alla Prova

Uno studio scientifico dell’Università di Granada utilizza la caffeina di HSN. Indice1. Studio Scientifico dell’Università …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *