Come si può migliorare la flora intestinale?

Come si può migliorare la flora intestinale?

Se sei suscettibile ad infezioni o malattie croniche, se sei spesso stanco o se assumi con frequenza antibiotici, devi riporre particolare attenzione alla tua flora intestinale, in quanto è da lì che possono provenire i problemi.

Benefici di una Flora Intestinale Sana

  • Inibizione dei patogeni
  • Stimolazione del sistema immunitario
  • Sintesi di vitamine
  • Aiuto nella digestione
  • Produzione di energia metabolica per eritrociti…

Consigli per mantenere una Flora Intestinale Sana

  1. Fare più pasti ma con quantità minori, dato che così faciliteremo la digestione ed avremo sempre energia disponibile
  2. Sostituire carboidrati raffinati con carboidrati complessi, dato che hanno un maggior valore nutrizionale e fibra (riso, patata, legumi, avena, quinoa…)
  3. Consumare vegetali, frutta e verdure fresche, dato che apportano vitamine, minerali e oligoelementi
  4. Ridurre o eliminare sostanze tossiche come l’alcool
  5. Masticare bene e senza fretta il cibo. Vi ricordo che la digestione comincia nella bocca (enzimi amilasi)
  6. Consumare yogurt del tipo Bifidus
  7. Ingerire in determinati momenti, come può essere dopo un consumo di antibiotici o farmaci, probiotici e prebiotici per via orale. Anche quando facciamo pasti molto copiosi prenderli prima per migliorare la digestione

Flora intestinale

Patologie relazionate con una disfunzione della Flora Intestinale

  • Encefalopatia epatica
  • Diarrea indotta da antibiotici (che distruggono la flora intestinale)
  • Diabete di tipo 2
  • Cancro al colon
  • Atopia (disturbi allergici)
  • Stanchezza
  • Malattie infiammatorie intestinali…

Remedi per rigenerare la flora intestinale

Per rigenerare la flora ci vuole tempo. Dipendendo dai sintomi delle anomalie di ogni caso, può essere necessario un periodo di 3 o 4 settimane, e in certe occasioni, 6 mesi.

Ma anche una cura di 2 o 3 settimane può essere molto utile per rigenerare la flora intestinale.

La struttura della flora è diversa in ogni persona. Si può iniziare una rigenerazione da 4 a 8 settimane e andare ampliando questo periodo se non riscontriamo benefici evidenti. Bisogna tenere conto che, oltre alla flora intestinale, vi possono essere altre cause nei problemi di salute, per cui bisogna prestare molta attenzione e consultare il medico, nel caso sia necessario.

La rigenerazione della flora deve compiere due obiettivi:

  • Migliorare l’ambiente intestinale
  • Rigenerare la flora mediante batteri intestinali benefici

Migliorare l’ambiente intestinale

Consiste nel creare le condizioni adeguate affinchè i batteri intestinali benefici proliferino e si eliminino quelli nocivi.

Per ottenere questo obiettivo bisogna applicare i rimedi adeguatim come i concentrati con effetti pre e probiotici, che stimolano l’insorgenza dei batteri benefici, e i nutrienti appropriati per questi. Inoltre, si arricchisce questo concentrato con vitamine naturali, minerali, minerali in traccia, e diversi fitochimici antiossidanti molto efficaci.

Tutti questi componenti contribuiscono a generare un ambiente favorevole, stimolano la rigenerazione della mucosa dell’intestino e aiutano ad eliminare i residui metabolici residuali, favorendo l’apparizione dei batteri benefici.

Flora intestinale ricca

I batteri intestinali benefici

Grazie ai batteri benefici si ristabilisce l’equilibrio della flora intestinale.

I probiotici contengono vari ceppi batterici. Ogni ceppo batterico ha una funzione concreta e, pertanto, un effetto specifico. I Lactobacillus e Bifidobacterium sono molto importanti per l’intestino, i Lactobacillus reuteri sono molto buoni per la salute dentale, le donne incinta e madri in allattamento, e i Lactobacillus helveticus sono specialmente indicati per la salute delle ossa e per combattere le infezioni vaginali o le allergie, ecc.

Se assumi vari probiotici, la tua flora intestinale otterrà la varietà necessaria per rigenerarsi facilmente, ottenendo tutti i benefici per la tua salute.

I probiotici in polvere per bambini, si utilizzano normalmente in bambini di più di 3 anni e, in generale, contengono solo 3 o 4 ceppi batterici adeguati per loro.

Da cosa dipende l’Assorbimento dei Nutrienti?

Enzimi Digestivi

L’azione digestiva nel tratto intestinale è controllata dalla secrezione di un numero di ormoni e sostanze, chiamate enzimi, che partecipano nella rottura degli alimenti nei loro componenti assorbibili.

Microbi

Il tratto intestinale è la sede di milioni di batteri. Generalmente non sono dannosi, anzi molto benefici dato che possono produrre alcune vitamine assorbibili ed utilizzabili dal nostro organismo. Questi batteri tuttavia, sono influenzati dallo stato del tratto intestinale, e se non si trova in buono stato, possono passare dall’essere amici a nemici, provocando malattie.

Tratto Intestinale

L’assorbimento dei nutrienti nelle pareti dell’intestino dipende dalla salute delle mucose che rivestono l’intestino tenue, che è coperto da milioni di protuberanze chiamate villi e ogni area del tratto assorbe nutrienti specifici, quindi se c’è una perdita di integrità di questi villi in una zona può portare al malassorbimento di alcuni nutrienti.

Gli alimenti crudi e vivi sono quelli che aiutano in grande misura a mantenere un buono stato enzimatico. Uno di questi è il kefir Buone abitudini

La rigenerazione naturale della flora intestinale

I probiotici sono rimedi naturali specialmente efficaci per rigenerare, rinnovare, pulire o ringiovanire l’intestino. Ma se è già gravemente danneggiato, i probiotici possono non avere successo.

Quando si produce il rinnovamento intestinale, il sistema digestivo si disintossica e purifica. Scompaiono le tossine, i patogeni dannosi e le feci indurite.

Il peristaltismo si regola, si rigenera la mucosa intestinale e si normalizza il pH dell’intestino.

I tre componenti della rigenerazione della flora intestinale

La miglior pulizia del colon è attraverso rimedi naturali. Da un lato l’applicazione dei probiotici e, dall’altro lato la polvere di bentonite e polvere di buccia di psyllium.

La bentonite è una argilla minerale, alla quale si uniscono le tossine e impedisce che le sostanze tossiche passino dall’intestino al flusso sanguigneo.

La polvere di buccia di psyllium agisce come una fibra che si gonfia nell’intestino e pulisce le pareti intestinali.

La polvere di buccia di psyllium ha i seguenti benefici:

  • Diminuisce la pressione arteriosa
  • Regola il livello di zucchero nel sangue
  • Aiuta nella perdita di peso
  • Equilibra i livelli di colesterolo e di grasso nel sangue

Rigenerare la flora intestinale mangiando alimenti sani

Per avere una flora intestinale sana è necessario seguire una dieta sana e mangiare alimenti naturali. Al contrario, i batteri benefici scomparirebbero e aumenterebbero i patogeni dannosi, con il quale tutti i nostri sforzi realizzati assumendo probiotici diverrebbero inutili.

Una dieta sana è basata su alimenti naturali ricchi in nutrienti, così come alimenti che apportino minerali e fibre all’organismo. Bisogna evitare gli alimenti ricchi in zuccheri e mangiare quantità moderate di alimenti ricchi in proteine di origine animale. È raccomandabile inoltre includere nella dieta altri tipi di alimenti, come lo yogurt bifidus, che contiene bifidobatteri per l’organismo.

Quando la flora intestinale si è rigenerata, in modo naturale, si possono osservare molti benefici, giorno dopo giorno, nella nostra salute. Fra i benefici più importanti figurano i seguenti:

Una flora intestinale sana permette di dimagrire

Fino ad ora si credeva che la riduzione dello stomaco provocasse la perdita di eccesso di peso, ma attualmente si è scoperto che la perdita di perso si produce perchè la riduzione dello stomaco produce la trasformazione della flora intestinale, favorendo il dimagrimento delle persone operate.

Una flora intestinale sana protegge dall’attacco dei patogeni resistenti agli antibiotici

Ogni volta sono sempre di più i patogeni che si abituano agli antibiotici e sviluppano resistenza agli stessi. Questo può essere pericoloso, posto che quando si soffre di una infezione gli antibiotici già non possono curarla. Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che la nostra stessa flora intestinale può produrre sostanze contro questi patogeni e distruggerli. Ma se la nostra flora intestinale è stata preventivamente distrutta dagli effetti degli antibiotici, non è più capace di formare queste sostanze in modo naturale.

Il danno causato degli antibiotici alla flora può favorire, indirettamente, l’infezione attraverso i patogeni resistenti agli antibiotici.

Comprare alimenti freschi

Una flora intestinale sana ci protegge dalle coliche

I ricercatori hanno scoperto che i neonati prematuri possono avere la loro flora danneggiata. Per comprovare gli effetti dei batteri benefici sul loro sistema digestivo portarono avanti uno studio aleatorio e controllato con placebo. Il risultato dello studio fù che i neonati che ricevevano probiotici quotidianamente nei primi tre mesi di vita ridussero significativamente il costipamento e i rigurgiti causati dal contenuto stomacale. Un’altra scoperta fù comprovare che questi neonati raramente soffrirono di flatulenza e non ebbero bisogno di visite mediche nè medicinali, contrariamente a quello che avvenne con i neonati che non assunsero nessun tipo di probiotico.

Una flora intestinale sana protegge contro il cancro del colon

Le persone con colite ulcerosa, una malattia intestinale infiammatoria cronica, spesso possono sviluppare un cancro nel corso della loro malattia. Attualmente si sa che la colite ulcerosa è spesso accompagnata da una flora intestinale danneggiata, che può arrivare a causare il cancro.

Inoltre, si è scoperto che qualche trattamento convenzionale contro il cancro non funziona se, contemporaneamente, si assumono antibiotici. In definitiva, una flora sana aiuta nei trattamenti contro il cancro del colon.

Trapianto di flora intestinale

Alterare la composizione della flora intestinale, introducendo  specie da un donante in un recettore, è fattibile, secondo quanto pubblicato nella rivista scientifica ‘Genome Research’.
Fino ad ora, il trapianto della flora intestinale si è realizzato in ratti, ma per la prima volta si è dimostrato che è fattibile alterare la sua struttura e che i cambi effettuati sono a lungo termine.

Questo apre una piccola porta alla speranza: Il trapianto di flora intestinale può arrivare ad essere un trattamento efficace per le persone che soffrono di alterazioni intestinali.

Link Correlati con la tematica:

Valutazione Come Migliorare la Flora Intestinale

Benefici - 100%

Possibili Malattie e Problemi - 95%

Alimenti sani - 100%

Efficacia - 100%

99%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Antonio Romero
Antonio Romero
Professionista della nutrizione e dell'allenamento sportivo, Antonio Romero scrive sul Blog di HSN interessanti articoli, principalmente, sull'alimentazione e la nutrizione nel mondo dello sport.
Vedi Anche
Benefici, usi e fonti dell'acido caprilico
Acido caprilico – Rimedio naturale contro le infezioni da candida

L’acido caprilico proviene dal latte materno, dal cocco o dall’olio di palma. È una sostanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *