Alimenti ECO, Bio e Organici: ci sono differenze?

Alimenti ECO, Bio e Organici: ci sono differenze?

Se sei una persona interessata alla tua salute, a un certo punto ti sarai imbattuto negli aggettivi alimenti eco e bio o cibo organico.

Un’aura di salute circonda questi prodotti e sembra che se li metti accanto a qualsiasi cibo, questo diventa sano come per magia.

In questo post chiariremo tutti i tuoi dubbi riguardo a queste etichette:

  • A cosa si rivolgono e cosa li differenzia?
  • Questi prodotti sono più sani in generale?
  • Dovremmo tutti iniziare immediatamente a mangiare eco, bio e organico?

Cosa sono i prodotti ecologici?

Un alimento con l’etichetta “biologico” non è altro che un prodotto agricolo o agroindustriale che è prodotto seguendo una serie di procedure e protocolli chiamati “biologici”, che generalmente evitano o minimizzano l’uso di pesticidi, fertilizzanti artificiali o erbicidi. Questo è tutto.

Alimenti Eco

Così, quando qualcuno ti dice: “questa mela è biologica”, significa che quella mela è stata prodotta usando una metodologia “biologica” molto specifica e regolamentata, che permette di ottenere quell’etichetta. Alimenti eco e bio.

Per esempio, all’interno dell’Unione Europea, gli alimenti biologici sono governati da regole di produzione ed etichettatura molto specifiche (molti di voi conosceranno l'”euro-foglio” che li differenzia dagli alimenti non ecologici).

In questo modo, i produttori di alimenti biologici sono obbligati per legge a usare certi prodotti chimici autorizzati, a concimare con il compost e a usare metodi meno aggressivi per l’ambiente.

  • Inoltre sono generalmente esclusi dalla categoria eco gli alimenti modificati geneticamente (o transgenici) che sono più resistenti ai parassiti e migliorano la produzione delle colture.
  • Un’altra regola chiave dell’agricoltura biologica è quella di rispettare i cicli naturali senza alterarli artificialmente, il che, almeno da un punto di vista teorico, contribuisce a una maggiore ricchezza di micronutrienti dei prodotti ottenuti.
  • Un altro vantaggio proposto dagli amanti del biologico è la diminuzione dei livelli di inquinamento generati durante la produzione, ottenendo un uso più sostenibile delle risorse e un minore impatto ambientale.

Ora passiamo in rassegna alcuni dei benefici dei prodotti e degli alimenti biologici in modo più dettagliato.

Cosa sono gli alimenti eco?

Il principale vantaggio e pretesa dei prodotti ecologici è il loro maggiore valore nutrizionale.

È noto che i micronutrienti (vitamine e minerali) in frutta e verdura sono diminuiti drasticamente negli ultimi decenni.

Arancia organica

Per fare un esempio, mangiare un’arancia nel 1950 è molto diverso dal mangiare un’arancia nel 2021, e il contenuto di vitamina C dell’arancia è molto più basso.

Un altro esempio lontano dal mondo vegetale è il contenuto di acidi grassi omega 3, essenziali per molti processi biologici, molto più alto in quelle carni e latticini prodotti con una metodologia biologica.

Carne da pascolo

Una ragione in più per cui molte persone sono passate alla carne “da pascolo” e all’ecologico.

Un altro dei benefici spesso menzionati (e quello che penso sia forse il più giustificato) è quello di rispettare e migliorare il benessere degli animali, qualcosa di direttamente legato alla qualità del prodotto, come nel caso delle uova o della carne.

Cosa sono gli alimenti bio?

Qual è la differenza, in pratica e in teoria, tra gli alimenti con il matrchio “eco” e quelli con il marchio “bio”?

Almeno in Spagna, nessuna.

Entrambe le denominazioni sono comparabili e sono regolate nelle norme riflesse nel regio decreto 1852/1993.

Quindi un prodotto alimentare o ecologico non è altro che un prodotto proveniente da agricoltura biologica. Se eri confuso, non dovresti più esserlo.

La cosa cambia leggermente in altri paesi, dove un alimento biologico di solito si riferisce a un alimento non alterato geneticamente o con connotazioni più specifiche, indipendentemente dal fatto che siano stati usati o meno pesticidi per la coltivazione, cioè che sia stato prodotto con una metodologia biologica.

Ecco perché avrete visto l’etichetta Non OGM o NGMO su molti prodotti. Sta per “Non Genetically Modified Organism” e sta diventando sempre più diffuso.

Cosa sono gli alimenti organici?

Allo stesso modo, se cerchiamo la definizione di alimenti organici, essi sono definiti come quegli alimenti in cui non vengono utilizzate sostanze come pesticidi, erbicidi o fertilizzanti nel loro processo di produzione.

È ugualmente vietata:

  • L’uso di sedimenti di acque reflue come fertilizzanti.
  • L’ingenieria genetica per migliorare la resistenza ai parassiti e migliorare la resa delle colture e degli antibiotici o altri farmaci per il bestiame.

Non suona simile alla definizione di cibo biologico ed ecologico?

Alimenti organici

Proprio così. È la stessa cosa. Alimenti eco e bio.

Ma i prodotti etichettati come organici sono più sani?

Se prendiamo questa grande revisione sistematica di non più e non meno di 55 articoli, le conclusioni chiare sono che non ci sono prove di differenze nella qualità nutrizionale tra agricoltura organica e convenzionale.

Ci sono piccole differenze nel contenuto di nutrienti, ma queste possono essere giustificate da differenze biologiche tra i prodotti (non tutte le arance hanno gli stessi mg di vitamina C) o nei diversi metodi di produzione.

Allora perché la gente insiste a mangiare più prodotti organici?

Beh, sono molte le ragioni e la maggior parte di esse sono dovute a un buon marketing nutrizionale che ha generato l’associazione inconscia nella popolazione di prodotto eco/biologico/organico con sano.

Questo, insieme alla chemofobia esistente in un numero crescente di persone e la maggiore preoccupazione in generale della popolazione per la propria salute rendono le corsie dei supermercati sempre più in ricchi di alementi ecologoco e bio.

Conosci tutto sugli Additivi e Conservanti Alimentari in questo link.

In cosa si differenziano?

Torniamo al concetto chiave del post: i tre termini, organico, biologico e ecologico, si riferiscono a pratiche di produzione che rispettano determinati standard e metodologie “ecologiche”.

Il più importante è rispettare i cicli biologici delle risorse naturali e non usare prodotti chimici come fertilizzanti sintetici o erbicidi.

Quindi, dovremmo tutti mangiare cibo eco e bio o biologico?

Beh, la risposta è molto personale.

Potresti aver scelto di includere questo tipo di cibo per ridurre le “sostanze chimiche” dalla tua dieta, o essere più rispettosi dell’ambiente e ridurre la tua impronta di CO2.

In ogni caso, non c’è niente di male nell’optare per prodotti ecologici finché il tuo portafoglio se lo può permettere (e probabilmente è vantaggioso farlo, tutto sommato).

Naturalmente, troviamo molte incongruenze negli argomenti usati a favore di questi prodotti:

  • Dal cibo “eco” coltivato a più di 150 km dal luogo di vendita o avvolto in strati e strati di plastica;
  • A studi che garantiscono che l’impronta di carbonio è molto simile ai prodotti tradizionali.
D’altra parte, gli studi scientifici sull’argomento non concludono che siano migliori per la salute o che siano posizionati al di sopra degli alimenti tradizionali.

E c’è un altro pericolo con le “etichette nutrizionali”, che schizza anche su altre etichette come “senza glutine” o “senza lattosio”.

Prodotti locali

E questo tipo di affermazioni non garantiscono di per sé che stiamo parlando di un prodotto sano.

Proprio come un muffin senza glutine è ancora un cibo malsano, un muffin biologico fatto con olio di girasole e farina raffinata è ancora altrettanto malsano di un muffin tradizionale.

Il problema è che, inconsciamente, il consumatore vede un “plus” in questo tipo di prodotti e tende a consumarli con una percezione “abbassata” che si tratta di un alimento sconsigliato.

In ogni caso, ripetiamo, è una decisione individuale. Lo scopo di questo post è che si tratta di una decisione individuale, e informata.

Un abbraccio e alla prossima!

Fonti Conultate

  1. Alan D. Dangour, Sakhi K.Dodhia, Arabella Hayter, Elizabeth Allen, Karen Lock, Ricardo Uauy (2009). Nutritional quality of organic foods: a systematic review.

Voci Correlate

  • Conosci i benefici del Vera Cibo? Scopriteli qui.
  • Differenze tra c”cosnumare entro” e “consumare preferibilmente”: andare al <post.
  • Ci sono App per scannerizzare il cibo e sapere quando è sano… continua a leggere.
Valutazione degli alimenti ECO, Bio e Organici

Polemica nutrizionale - 100%

Sono la stessa cosa? - 100%

Differenze - 100%

Conclusioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Borja Bandera
Borja Bandera
Borja Bandera è un giovane medico che si dedica all’area della nutrizione, esercizio e metabolismo, che combina con la sua attività clinica insieme alla sua vocazione divulgativa e di ricerca.
Vedi Anche
Analisi proteica
Analisi delle Proteine: Quali metodi vengono utilizzati, Affidabilità e Qualità

L’analisi delle proteine è essenziale per determinare la qualità del prodotto e le sue prestazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *