I Sali Chetonici Interrompono il Digiuno?

I Sali Chetonici Interrompono il Digiuno?

È possibile seguire una Dieta Keto e Digiuno Intermittente e assumere contemporaneamente Sali Chetonici Esogeni?

Prima di continuare, potresti essere interessato a conoscere i benefici dei Sali Chetonici sulla Salute e sulle Prestazioni Sportive. In questo caso, puoi accedere al corrispondente post qui.

Keto e Digiuno sono compatibili?

Completamente.

La dieta chetogenica è un approccio dietetico basato su una restrizione intensa, di solito inferiore al 10% dell’apporto energetico giornaliero di carboidrati nella dieta, sostituendoli con grassi e mantenendo, o leggermente aumentando, le proteine.

Mentre il digiuno (intermittente) non è altro che un periodo variabile (da ore a giorni) di restrizione dietetica.

Molte persone che seguono diete chetogeniche praticano digiuni più o meno prolungati, e viceversa, poiché parte degli effetti benefici di entrambi i protocolli sono stati replicati nella controparte e viceversa.

Keto e Digiuno sono compatibili?

Effetti benefici di diversi approcci dietetici CR: restrizione calorica/KD: dieta chetogenica/digiuno: digiuno, su indicatori di salute immunitari, endocrini e metabolici (Paoli et al., 2019).

Per saperne di più sul Digiuno Intermittente ti consigliamo di visitare questo post.

Puoi eseguire una Dieta Keto e Digiuno Intermittente senza problemi, purché a fine giornata (o per un periodo di più giorni) soddisfi le tue esigenze nutrizionali stabilite in base alle tue caratteristiche e obiettivi (calorie, macro e micronutrienti).

Prodotti Keto

Ricorda che sia la dieta chetogenica che il digiuno richiedono un certo periodo di adattamento, quindi è preferibile adattarsi a uno dei due approcci prima di iniziare l’altro.

Non è un’opzione intelligente iniziare con una dieta chetogenica e contemporaneamente un digiuno prolungato a causa dei possibili problemi di salute che questa pratica contemporanea può aver associato in soggetti non abituati.

Come seguire il digiuno in una dieta Keto

Non mangiando per un tempo variabile.

Sembra facile, vero? Infatti lo è.

Il modo per combinare il digiuno e una dieta keto è: segui la tua normale dieta chetogenica e limita le ore del giorno in cui permetti a te stesso di mangiare.

Una strategia intelligente è quella di adattare la tua dieta cheto in modo che l’ultimo pasto prima del digiuno sia il più energetico e quindi controllare la fame nel periodo di restrizione alimentare.

Un protocollo possibile di dieta keto + digiuno intermittente, in una persona abituata all’alimentazione chetogenica, potrebbe essere:

SettimanaOre del digiuno: Ore di alimentazione
18:16
2 e 316:8
4, 5, 6, 724:24 (giorni si, giorni no)
823:1 (tutti i giorni)
9, 10, 11, e 1248:24 (due giorni di digiuno, uno di alimentazione)
Non è consigliabile digiunare per periodi superiori a 48-72 ore senza controllo medico, per sicurezza.

Perché seguire il digiuno intermittente con la dieta keto?

Perché è possibile che agiscano in sinergia.

La restrizione calorica è stata il primo “grande boom” nella nutrizione, postulando la possibilità che questa pratica aumentasse la longevità e la speranza di salute dei soggetti.

La dieta chetogenica e il digiuno intermittente condividono meccanismi con restrizione calorica, sfruttando i loro possibili benefici endocrinometabolici.

È possibile abbinare una dieta chetogenica e digiuno intermittente e ottenere un effetto complessivo maggiore, potendo contribuire a:

  • Il mantenimento e/o ripristino della biodiversità del microbiota intestinale.
  • La riduzione del danno cellulare dovuto allo stress ossidativo, causa dell’invecchiamento e della morte cellulare.
  • La promozione dell’autofagia, o riciclaggio cellulare, un meccanismo che si autogestisce in modo sicuro rimuove le cellule danneggiate prima che causino danni o muoiano improvvisamente senza controllo.
  • Diminuisce la produzione di ormoni anabolizzanti e fattori di crescita legati a iperplasia e metaplasia.
  • Il mantenimento della corretta struttura e funzione delle reti neurali, riduzione dell’infiammazione e protezione delle cellule nervose.

Questi e altri effetti positivi sono teorici o preclinici il che significa che non sono stati rigorosamente e inequivocabilmente provati negli esseri umani, ma le prove stanno iniziando ad essere forti in alcuni risultati (neurologici e metabolici, soprattutto) e non smette di crescere.

Perché seguire il digiuno intermittente con la dieta keto?

Cambiamenti nel profilo proteomico dei soggetti con sindrome metabolica dopo 4 settimane di digiuno durante la giornata. Hanno ridotto il loro peso corporeo, BMI, grasso, pressione sanguigna, resistenza all’insulina; e miglioramento dell’autofagia e dei marcatori di riparazione cellulare (MIndikoglu et al., 2020).

Questi effetti sembrano essere più evidenti nelle persone con qualche tipo di condizione metabolica malsana (dislipidemia, ipertensione, obesità addominale, mancanza di controllo glicemico, bassa capacità funzionale o sindrome metabolica).

Il digiuno è consigliato nella dieta keto?

Dipende.

Entrambi gli schemi dietetici hanno benefici che, nelle persone sane, suggeriscono di superare ogni possibile danno che generano (come l’affaticamento iniziale fino all’adattamento).

Pertanto, la combinazione di entrambi è raccomandata nella misura in cui sequenziamo l’adattamento dell’uno e dell’altro, applicando prima quello che è più comodo, semplice o attraente, e introducendo gradualmente l’altro.

Il digiuno è consigliato nella dieta keto?

In generale, è consigliabile combinare entrambi i tipi di dieta purché si adattino alla tua vita quotidiana:

Poiché il digiuno intermittente, essendo uno strumento molto comodo per gran parte della popolazione, è possibile che per determinate persone (come atleti di alto livello, lavoratori del turno di notte, diabetici di tipo 1 e altre persone con patologie immuno-metaboliche) non è la pratica più consigliabile.

Devi solo essere una persona sana e voler dare una svolta alla tua vita.

Prova la combo IF + Keto e te ne innamorerai!

Che cosa si può consumare durante il digiuno Keto?

Bella domanda, e la risposta è molto difficile.

La RAE (Real Academia Española, la Reale Accademia Spagnola) definisce il digiuno come: “Astenersi totalmente o parzialmente dal mangiare o dal bere”.

Se leggiamo attentamente la definizione, ci renderemo presto conto del motivo per cui la risposta a questa domanda è così complessa:

Il digiuno può essere concepito in modi molto diversi, da una restrizione totale di cibo e bevande, all’indennità di bevande con o senza calorie, o anche all’indennità di cibi privi di carboidrati (come gli oli).

Sulla base di questo, possiamo stabilire 5 livelli di “digiuno restrittivo” in base a questo, determinare cosa si può prendere durante questa pratica:

LivelloRestrizioneAlimenti permessi
1
  • Alimenti ricchi di carboidrati.
  • Bevande non zuccherate (acqua, tisane, ecc…).
  • Sali minerali.
  • Proteine (e amminoacidi).
  • Chetoni e altri composti apporto energetico non provenienti dai carboidrati.
  • Grassi.
2
  • Alimenti insulinogenici.*
  • Bevande non zuccherate (acqua, tisane, ecc…).
  • Sali minerali.
  • Chetoni e altri composti apporto energetico non provenienti da carboidrati e proteine.
  • Grassi.
3
  • Alimenti solidi.
  • Bevande zuccherate e non (acqua, tisane, latte, soluzioni a base di carboidrati ed elettroliti).
  • Sali minerali.
  • Qualsiasi fonte di nutrienti (proteine, carboidrati, grassi e chetoni) in forma liquida.
4
  • Alimenti calorici.
  • Bevande non caloriche (acqua, tisane…).
  • Sali minerali.
5
  • Totale.
  • Niente durante il periodo di digiuno.

*Che producono una risposta alla secrezione di insulina endogena.

Gli integratori KetoSeries interrompono il digiuno?

Ogni prodotto della gamma KetoSeries è consentito o limitato a seconda del livello di digiuno praticato dall’utente.

I prodotti della gamma KetoSeries sono stati sviluppati per ottenere un livello 3 del digiuno restrittivo.

Procediamo ad analizzare ciascuno di essi in modo che tu possa sapere se il loro utilizzo è consentito nel tuo caso particolare:

ProdottoLivello
KETO OLIO MCT 60/40 (C8/10)3
KETO OCTANE3
KETO BHB (CHETONI ESOGENI) CON CAFFEINA NATURALE3
KETO BHB (CHETONI ESOGENI)3
KETO COGNI CON CAFFEINA NATURALE3
KETO SHRED CON CAFFEINA NATURALE3
KETO MATCHA LATTE (SENZA LATTE)3
KETO CAFFÈ ISTANTANEO3
KETO COLLAGENE (BOVINO) IN POLVERE2
KETO WHEY PROTEIN2
KETO AMINOS2
KETO FUEL (GAINER DI PESO)2
KETO BCAA 2:1:1 IN POLVERE2
KETO PERFORM CON CAFFEINA NATURALE2
KETO CAFFÈ ISTANTANEO + COLLAGENE2

Raccomandazioni

Ci sono molti motivi per digiunare e ogni motivo ha un senso di restrizione.

Esistono pratiche islamiche conosciute come il Ramadan, in cui i praticanti della religione nella sua concezione originale limitano completamente cibo e bevande dall’alba al tramonto.

Il digiuno che viene eseguito per motivi funzionali (i suoi potenziali effetti benefici sulla salute), non dovrebbe raggiungere il livello 5 in nessun momento e oscillare tra il livello 3 e 4 a seconda dell’interesse della persona.

Infatti, una delle pratiche più intelligenti è quella di adattare il periodo di digiuno al momento della giornata con la maggiore attività, e di alleviare la finestra di alimentazione al periodo di riposo o meno attività fisica.

Ver esta publicación en Instagram

 

Una publicación compartida de HSN (@hsnstore_es)

Quindi i chetoni interrompono il digiuno?

Tralasciando i livelli sopra descritti, se sei una persona che pratica il digiuno perché si adatta alla tua vita quotidiana, e segui anche una dieta chetogenica e vuoi beneficiare al massimo dei benefici di entrambi gli approcci, prendi chetoni esogeni senza preoccupazioni.

Hanno calorie?

Sì, circa 2,5kcal/g.

Tuttavia, tieni presente che la quantità di chetoni netti contenuta in una porzione di un integratore di sale chetonico sarà inferiore a 10 g nel caso del prodotto più concentrato.

  • Per 25 kcal pensi di perdere i potenziali benefici di 16, 24 o 48 ore di digiuno?
  • Perché limitare gli effetti positivi a livello cognitivo e funzionale dei chetoni esogeni con una pratica così restrittiva quando proprio si vuole stare meglio con il digiuno?
Non è tutto bianco o nero nell’alimentazione, chi è intelligente e segue pratiche intelligenti si posiziona sulla scala di grigi e beneficia in modo intelligente delle opzioni disponibili e compatibili con i propri desideri.

Bibliografia

  1. Mindikoglu, A. L., Abdulsada, M. M., Jain, A., Jalal, P. K., Devaraj, S., Wilhelm, Z. R., … Jung, S. Y. (2020). Intermittent fasting from dawn to sunset for four consecutive weeks induces anticancer serum proteome response and improves metabolic syndrome. Scientific Reports, 10(1), 18341.
  2. Paoli, A., Tinsley, G., Bianco, A., & Moro, T. (2019). The influence of meal frequency and timing on health in humans: The role of fasting. Nutrients, 11(4).

Voci Correlate

  • Tutto quello che devi sapere sulla Dieta Chetogenica: leggi subito.
  • Conosci i benefici dell’IF (digiuno intermittente) sull’Autofagia? Scoprili cliccando qui.
  • Una Selezione di integratori specifici per la tua dieta Keto… continua a leggere.
Valutazione I Sali Chetonici Interrompono il Digiuno?

Che cosa sono i Sali Chetonici - 100%

Benefici del Digiuno e della Dieta Chetogenica - 100%

Integratori Keto - 100%

Raccomandazioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
È specializzato in fisiopatologia metabolica e negli effetti biomolecolari dell'alimentazione e dell'esercizio fisico.
Vedi Anche
Consigli per Riprendere la Dieta dopo le Feste
Consigli per Riprendere la Dieta dopo le Feste

Se vuoi riprendere la tua dieta dopo le vacanze, continua a leggere, ti daremo i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.