SAMe (S-Adenosil Metionina) e Benefici per la Salute

SAMe (S-Adenosil Metionina) e Benefici per la Salute

Oggi ci occupiamo della SAMe e del suo potenziale benefico sull’organismo, in particolare sulla salute del fegato, sull’osteoartrosi palliativa e sulle malattie neurologiche

In generale, situazioni che aumentano lo stress ossidativo e il rischio di soffrire di una patologia derivante dalla produzione di radicali liberi. Parliamo dell’azione del NAC come precursore del GSH e l’effetto che questo aveva sull’organismo. Non l’hai letto? Beh, non puoi perdertelo!

Che cos’è la SAMe (S-Adenosil Metionina) e qual è la sua Funzione?

La SAMe è la forma in cui l’aminoacido metionina si presenta legato a una molecola di ATP e agisce nell’organismo come “donatore” di co-substrato di gruppi metilici, che sono responsabili di agire sulle reazioni metaboliche dell’organismo come regolatori.

La deplezione dei livelli di SAMe nell’organismo è associata a riduzioni dei livelli di GSH (glutatione) e all’aggravamento delle condizioni legate alle patologie epatiche nei malati

Che cos'è e qual è la funzione della SAMe

Questo perché la sintesi di questa molecola avviene nel fegato, che quando colpito, riduce la sua capacità di produrre SAMe e quindi aggrava gli effetti negativi della tua condizione. (Anstee & Day. 2012)

Effetti della SAMe

Salute del Fegato

È qui che la SAMe mostra un beneficio sulla salute del fegato in soggetti con fegato affetto da una condizione patologica, normalmente studiata come effetto di un consumo eccessivo di alcol.

Same e salute del fegato

Ricordiamoci che stati di stress ossidativo come ipossia, allenamento intenso, stress ambientale o esposizione a tossine (non solo alcol) generano questo stato, quindi la SAMe è un aiuto interessante da includere nei soggetti che presentano una diminuzione dell’attività della Metionina Adenosiltransferasi (MAT), un enzima responsabile della sintesi della molecola di ATP nel fegato.

Contestualmente, esistono pubblicazioni, per lo più senza di studi clinici metodici e rigorosi sulla somministrazione di questo integratore, che non convalidano gli effetti della SAMe sulla protezione del fegato.

“Non abbiamo riscontrato alcun effetto significativo dell’uso di SAMe sulla mortalità per tutte le cause […], sulla mortalità correlata al fegato […], sul trapianto di fegato […] o sulle complicanze” (Rambaldi & Gluud, 2006)

“La SAMe non migliora gli esiti né riduce l’insorgenza di effetti avversi per la malattia epatica cronica […] Tuttavia i risultati attuali hanno un valore clinico limitato” (Guo et al., 2015)

Tuttavia, il fatto che gli studi non siano conclusivi al riguardo non deve scoraggiarci per quanto riguarda la SAMe, e se è vero che i suoi effetti benefici sul fegato sono limitati ad alcune patologie che generano effetti specifici, su altri tessuti la SAMe ha dimostrato la sua efficacia.

Dopo aver contrastato tutte queste recensioni, possiamo concludere che la SAMe è un composto potenzialmente benefico sul fegato, soprattutto quando il danno subito ne limita la sintesi, in assenza di ulteriori ricerche per poterne determinare una conclusione convincente.

Osteoartrite

È stato dimostrato che la SAMe ha un effetto molto positivo nel trattamento dell’artrosi, una malattia che degrada il tessuto cartilagineo delle articolazioni e provoca sintomi come dolore, infiammazione e riduzione motoria.

SAMe e osteoartrite

Trattamento contro l’Osteoartrite

Il trattamento di questa malattia è orientato all’attenuazione dei sintomi, alla riduzione del dolore e dell’infiammazione. Per questo vengono utilizzati FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), come ibuprofene, paracetamolo o naprossene, il cui consumo continuato è correlato ad alterazioni negative della mucosa gastrica e il microbiota intestinale, quindi quando il consumo di FANS aumenta, vengono prescritti protettori gastrici.

Soeken et al, (2002) ha raccolto nella sua meta-analisi 11 studi in cui è stato sperimentato un consumo compreso tra 400mg e 1200mg/giorno di SAMe, confrontandolo con FANS e placebo…

…”la SAMe è più efficace nel ridurre la limitazione funzionale nei pazienti con osteoartrosi […] SAMe sembra essere paragonabile ad altri FANS […] inoltre, gli utenti trattati con SAMe hanno riportato meno effetti avversi rispetto a quelli che hanno ricevuto FANS”

Malattie Neurologiche

In aggiunta a questo, SAMe ha la capacità di attraversare la barriera ematoencefalica che ricopre il cervello, mostrando in vari articoli come risulta essere un composto con un grande potenziale per il trattamento di malattie neuropsichiatriche, come ci mostrano Sharma et al., (2017).

SAMe e Malattie Neurodegenerative

Riduzione della depressione negli uomini

SAMe sembra essere un composto sensibile alla distinzione di genere, che si traduce in un trattamento più positivo nei maschi; ciò è dimostrato da Sarris et al., (2015) dove in uno studio clinico con metodologia in doppio cieco hanno dimostrato “una significativa riduzione della gravità della depressione negli uomini con una riduzione di 4,3 punti sulla scala della depressione di 17 items di Hamilton”; mentre le pazienti di sesso femminile non hanno mostrato sensibilità a questo effetto positivo.

Conclusioni

La SAMe è un composto sicuramente recente, che necessita di ulteriori ricerche per chiarire i meccanismi d’azione ancora sconosciuti che inducono nell’organismo determinati effetti positivi.

L’integrazione orale con SAMe può essere un interessante complemento all’uso del NAC, ma mai, a mio avviso, un sostituto della SAMe.

A priori, con i dati disponibili, potrebbe essere un integratore davvero interessante per pazienti con malattie del fegato e carenze di questa molecola, oltre che per persone di qualsiasi età, in particolare la popolazione anziana, che è un bersaglio di malattie neuro e artro-degenerative su cui la SAMe sembra mostrare risultati promettenti.

Bibliografia

  1. Anstee, Q., Day, C. (2012). S-adenosylmethionine (SAMe) therapy in liver disease: A review of current evidence and clinical utility, Journal of Hepatology, Pages 1097-1109.
  2. Guo, T., Chang, L., Xiao, Y., & Liu, Q. (2015). S-Adenosyl-L-Methionine for the Treatment of Chronic Liver Disease: A Systematic Review and Meta-Analysis. PLoS ONE, 10(3), e0122124.
  3. Rambaldi, A; Gluud, C. (2006) S-adenosyl-L-methionine for alcoholic liver diseases. Cochrane Database of Systematic Reviews. 2. 10.1002/14651858.CD002235.pub2
  4. Sarris, J., Price, L. H., Carpenter, L. L., Tyrka, A. R., Ng, C. H., Papakostas, G. I., … Mischoulon, D. (2015). Is S-Adenosyl Methionine (SAMe) for Depression Only Effective in Males? A Re-Analysis of Data from a Randomized Clinical Trial. Pharmacopsychiatry, 48(4-5), 141–144.
  5. Sharma, A., Gerbarg, P., Bottiglieri, T., Massoumi, L., Carpenter, L. L., Lavretsky, H., … Mischoulon, D. (2017). S-Adenosylmethionine (SAMe) for Neuropsychiatric Disorders: A Clinician-Oriented Review of Research. The Journal of Clinical Psychiatry, 78(6), e656–e667.
  6. Soeken, K.; Lee, WL.; Bausell, B.; Agelli, M. & Berman, B. (2002). Safety and efficacy of S-adenosylmethionine (SAMe) for osteoarthritis. The Journal of family practice. 51. 425-30.

Voci Correlate

Valutazione SAMe

Che cos'è - 100%

Per che cosa si utilizza - 100%

Benefici - 100%

Conclusioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su Alfredo Valdés
Alfredo Valdés
È specializzato in fisiopatologia metabolica e negli effetti biomolecolari dell'alimentazione e dell'esercizio fisico.
Vedi Anche
Ubichinolo
Benefici dell’Ubichinolo

Ogni giorno sono di più le persone che prendono coscienza e sentono la necessità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.