Cos’è la Dieta Inversa?

Cos’è la Dieta Inversa?

La dieta inversa è una strategia nutrizionale basata sull’aumento progressivo del consumo di calorie, che porta ad accelerare il metabolismo e alla possibilità di mantenere un peso corporeo sano, dopo aver superato una dieta restrittiva di calorie con il fine di dimagrire per evitare il temuto effetto rebound.

In tal senso, la dieta inversa è un’opzione salutare dopo essersi sottoposti a un deficit calorico, in quanto prevede l’assunzione calorica controllata di cui il nostro corpo ha bisogno per mantenere un peso adeguato.

Perché seguire una dieta adeguata?

Mediante la Dieta Inversa cerchiamo di evitare il temuto effetto rebound, dato che consiste nell’aumentare gradualmente il consumo calorico ed energetico, il che limita l’aumento di grasso corporeo e l’incremento di peso, che viene contrastato con l’aumento metabolico.

In cosa consiste la dieta inversa?

La dieta inversa è una strategia nutrizionale basata sull’aumento progressivo del consumo di calorie, che porta ad accelerare il metabolismo e alla possibilità di mantenere un peso corporeo sano, dopo aver superato una dieta restrittiva di calorie con il fine di dimagrire.

Quando avviene un deficit calorico, normalmente si riduce il tasso metabolico basale.

In cosa consiste la dieta inversa?

Ciò avviene perché il corpo riceve meno calorie e, di conseguenza, il suo consumo energetico diminuisce anch’esso.

Tale situazione comporta un adattamento del corpo alle varianti metaboliche relazionate con:

  • l’“ormone della fame” (aumenta);
  • la sazietà (diminuisce);
  • la sensibilità all’insulina negli adipociti.
La dieta inversa contribuisce a ribaltare tutte le alterazioni metaboliche prodotte fino a raggiungere una normalità sostenibile.

Come seguire la Dieta Inversa?

Per ottenere risultati efficaci la dieta inversa deve avvenire seguendo uno stretto controllo delle calorie assunte.

A continuazione ti lasciamo alcuni passi generali da seguire.

1.- Calcola le calorie di consumo attuale e stabilisci il nuovo obiettivo

È necessario sapere esattamente quante calorie stai ingerendo, per mantenere il tuo peso corporeo.

A partir da questo punto di riferimento, fisserai il nuovo valore.

Puoi usare diversi metodi come: tentativo ed errore mediante il controllo dell’assunzione dietetica e l’evoluzione del peso, calcolo del fattore per attività fisica, fra gli altri.

2.- Aumenta l’apporto calorico

La raccomandazione è aumentare progressivamente da 50 a 100 calorie a settimana, seguendo uno stretto controllo di calorie giornaliere, fino a raggiungere il consumo necessario per circa 4 o 10 settimane.

3.- Adatta in base al progresso

In funzione a come progredisci mentre segui questa dieta, potrai valutare i cambiamenti che avvengono a medio termine per effettuare le modifiche necessarie.

Non tutte le persone reagiscono allo stesso modo per una stessa strategia; per questo, adatta l’incremento settimanale delle calorie nel tempo ai tuoi bisogni, dato che si tratta di un aspetto molto personale che implica inoltre lo star bene con sé.

Durante le prime settimane è possibile che tu sia ancora in deficit, ma alla fine avrai adattato progressivamente l’apporto calorico per far fronte al tuo fabbisogno energetico.

Dall’altro lato, è molto importante mantenere l’attività fisica: se ti sei allenato per aumentare la massa muscolare, perdere peso o definire la muscolatura, puoi continuare a farlo.

A chi è destinata questa dieta?

La dieta inversa è eccellente per le persone per le persone che vogliono riprendere un’alimentazione con un apporto normale di calorie dopo aver seguito una dieta povera di calorie.

È anche raccomandata quando seguiamo una dieta per perdere tessuto grasso, ma ci troviamo in stallo e non riusciamo a perdere peso, benché in deficit calorico.

In questo caso, la dieta inversa può ristabilire l’attività metabolica e favorire la perdita di grasso corporeo.

A chi è destinata questa dieta?

Allo stesso modo, quando termina una fase di definizione muscolare la dieta inversa è ideale per tornare alle abitudini alimentari senza aumentare il grasso.

Gli sportivi dopo una competizione possono seguirla come una dieta di recupero per evitare di aumentare di peso, anche se questo aspetto non può mai essere generalizzato, dato che ogni professionista ha la propria strategia e ogni persona le proprie necessità.

Cosa mangiare e cosa no?

Durante i primi giorni dell’incremento di calorie è conveniente aumentare la percentuale di proteine.

Fra gli alimenti ricchi di proteine abbiamo: uova, alcuni prodotti caseari, prosciutto crudo, carni rosse, tacchino, pollo, tonno, salmone, trota, baccalà, merluzzo, fra gli altri.

Successivamente, dobbiamo aumentare i carboidrati.

A tal fine, i migliori alimenti ricchi di carboidrati sono: patate, riso o pasta.

Sono raccomandati anche gli alimenti con un indice glicemico basso, che troviamo in yogurt naturale, lenticchie verdi, carote, pane di segale, mele o anacardi.

Successivamente bisogna aumentare la dose di grassi, incorporando alimenti come: il pesce azzurro, frutta secca, semi vegetali, avocado e olio di oliva.

In nessun caso l’aumento calorico deve includere alimenti poco raccomandabile come ultra processati o dolci industriali, benché sia possibile mangiarli una volta ogni tanto.

È una dieta salutare?

Non esistono ancora prove scientifiche che avallino i benefici per la salute derivati da una dieta inversa.

Tuttavia, è vero che dopo aver seguito una dieta per dimagrire sarebbe controproducente tornare di colpo alla situazione iniziale, dato che è probabile che si recuperi più facilmente il peso perso. Il processo di dimagrimento deve essere stato un insegnamento e una vera rieducazione.

In tal senso la dieta inversa aiuta a un riadattamento progressivo e permette di creare abitudini salutari che possono essere mantenute nel tempo.

Articoli Correlati

Valutazione Dieta Inversa

Cos'è - 100%

Perché seguirla - 100%

Come fare - 100%

Raccomandazioni - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Su María José García
María José García
María José è stata legata allo sport fin da bambina, quando ha partecipato e anche gareggiato in diverse discipline sportive.
Vedi Anche
Come pianificare una dieta sana
Come pianificare una dieta sana?

Ti diamo i migliori consigli per pianificare una dieta sana ed equilibrata per una buona …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.